domenica,Aprile 18 2021

Rapporti Angelo Restuccia-Elio Costa, il Meetup: “Il sindaco di Vibo chiarisca”

Gli “Amici di Beppe Grillo” chiedono spiegazioni al primo cittadino dopo le “confessioni” dell’imprenditore intercettate dagli inquirenti

Rapporti Angelo Restuccia-Elio Costa, il Meetup: “Il sindaco di Vibo chiarisca”

“Se le accuse mosse all’imprenditore Restuccia, e da questo all’attuale sindaco di Vibo Valentia Costa, fossero confermate, si scriverà senza alcuna ombra di dubbio una delle pagine più nere del territorio e non solo del comune”. E’ quanto dichiara in una nota il Meetup “Vibonesi in Movimento – Amici di Beppe Grillo” dopo che nelle carte del provvedimento di sequestro di beni (per un valore di 28 milioni di euro) nei confronti dell’imprenditore edile Angelo Restuccia, è emerso che l’allora magistrato Elio Costa, ed oggi sindaco di Vibo, avrebbe dovuto interrogare l’imprenditore ma si sarebbe poi fatto riparare una sua casa a Capo Vaticano (LEGGI QUI: Sequestro all’imprenditore Angelo Restuccia: tirato in ballo Elio Costa)

“Siamo garantisti, non ci piace il giustizialismo da bar del lunedì post campionato, ma chiarezza -rimarcano gli “Amici di Beppe Grillo” – deve essere fatta. Il sindaco ha il dovere di dare spiegazioni, alla magistratura in primo luogo, considerato che come ex magistrato sa bene come funzionano certi “meccanismi”, ma anche ai cittadini ed in primis a coloro che l’hanno votato e agli altri che, pur non avendolo eletto, purtroppo o per fortuna rappresenta.

Sempre se le accuse dovessero essere veritiere, è inimmaginabile che il Restuccia venga convocato per essere interrogato e gli si chieda consigli sulla villa anziché acquisire informazioni di reato. Di questo speriamo però se ne occupino al più presto i magistrati ex colleghi di Elio Costa.

I cittadini vibonesi vorrebbero non rimanere delusi e illusi come al solito, pensando di aver eletto un ex giudice per risolvere gli annosi problemi di collusione tra imprenditoria, politica e ‘ndrangheta, dovendosi invece alla fine ricredere, cosa che in molti già lo stanno facendo.

Ormai Vibo ed il suo territorio – conclude il Meetup “Vibonesi in Movimento” – stanno vivendo momenti drammatici, con un degrado fisico e sociale sotto gli occhi di tutti noi e visibile da chiunque, a parte l’amministrazione comunale che non vuol invece vedere né sentire. Urge un’azione concreta di risanamento perchè non c’è più tempo da perdere”.

‘Ndrangheta: sequestro milionario all’imprenditore vibonese Angelo Restuccia (VIDEO)

‘Ndrangheta: l’imprenditore Angelo Restuccia, l’ospedale di Vibo e il clan Mancuso

Sequestro all’imprenditore Angelo Restuccia: tirato in ballo Elio Costa

‘Ndrangheta: i Restuccia e le accuse del pentito vibonese Andrea Mantella

Articoli correlati

top