Carattere

Nuovo intervento di Gioventù nazionale, organizzazione giovanile di Fratelli d’Italia che stigmatizza i mancati interventi sui gravi disservizi che caratterizzano la frazione di Vibo Valentia

Una perdita d'acqua a Triparni
Cronaca

«Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. E questa vicenda, che si protrae ormai da mesi, sembra non esser affatto ben accetta, dall'intera popolazione, oramai allo stremo delle forze, per vie delle battaglia quotidiane per lo stato a dir poco penoso della frazione».

Il direttivo provinciale di Gioventù nazionale, organizzazione giovanile che fa capo a Fratelli d’Italia, torna a focalizzare l’attenzione sui disservizi che si registrano a Triparni, frazione di Vibo Valentia, alle prese da qualche mese con perdite alla rete idrica e strade dissestate, tanto che, per lo stesso direttivo, sono da ritenersi «inutili le diverse segnalazioni al Comune di Vibo Valentia e le denunce fatte nei giorni scorsi dal coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia, Anthony Lo Bianco».

Dunque, incalzano, «arrivati a questo punto, bisogna proprio dirlo: Triparni è ormai un centro abbandonato a se stesso, completamente lasciato al proprio destino. Per le due perdite alla rete idrica, infatti, non è stato adottato nessun tipo di provvedimento; da ciò ne consegue un enorme spreco di un bene tanto prezioso qual è l'acqua. Questa perdita - si aggiunge - ha, inoltre, comportato la quasi completa distruzione della già penosa rete stradale».

Quindi i componenti del direttivo guidato da Rosario Losiggio, asseriscono che «gli abitanti gradirebbero particolarmente un semplice segno di vita da parte dell'amministrazione comunale. In fin dei conti, basterebbe un po' di impegno e buona volontà: non si tratta certo di un problema irrisolvibile. Eppure, nessuna risposta. La popolazione è esasperata e continua a rivolgersi a chiedere aiuto a noi, poiché sempre più disillusa dall'attuale classe politica».

Triparni, strada provinciale a rischio crollo. Fratelli d’Italia: «Frazione abbandonata al suo destino»

Seguici su Facebook