domenica,Giugno 20 2021

Estorsione a Vibo, armi a Nicotera e ricettazione a Zaccanopoli, in 4 a giudizio

Giudizio immediato dinanzi al Tribunale per i minorenni per uno stralcio del procedimento “Rinascita-Scott”

Estorsione a Vibo, armi a Nicotera e ricettazione a Zaccanopoli, in 4 a giudizio
Loris Palmisano

Si occuperà anche il Tribunale per i minorenni di Catanzaro di una contestazione presente nell’operazione “Rinascita-Scott” e che vede parte offesa il titolare di un negozio di abbigliamento di Vibo Valentia. Il gip di Catanzaro, Donatella Garcea, ha infatti disposto il giudizio immediato nei confronti di Francesco Angelieri, 21 anni, di Ionadi (già coinvolto nell’operazione “Rinascita”), G. G., 19 anni, di Nicotera,G.D., 18 anni ancora da compiere, di Nicotera, e A. M., 20 anni di Zaccanopoli, gli ultimi tre minorenni all’epoca dei fatti. Francesco Angelieri è accusato di estorsione aggravata dalle modalità mafiose in concorso con Domenico (Mommo) Macrì, Loris Palmisano, Giuseppe Palmisano, Daniele La Grotteria, Alessio Patania, tutti di Vibo Valentia. Avvalendosi della forza di intimidazione “derivante dall’appartenenza di Domenico Macrì e Loris Palmisano alla criminalità organizzata”, gli indagati avrebbero costretto la vittima – titolare del negozio di abbigliamento “Babilonia jeans” di Vibo – a cedere loro capi di abbigliamento a prezzi irrisori, così procurandosi un ingiusto profitto.

G.G. e G.D. sono invece accusati di aver detenuto e portato in luogo pubblico una pistola calibro 9 modificata e clandestina. Per loro anche l’accusa di ricettazione. La contestazione è datata 25 aprile 2017 e il luogo di commissione del reato viene indicato in Nicotera Marina. Ricettazione di un trattore agricolo è invece l’accusa mossa nei confronti di A.M., di Zaccanopoli. Il mezzo è stato rubato a Zungri il 25 giugno del 2002.
Il processo si aprirà il 24 settembre prossimo dinanzi al Tribunale per i Minorenni di Catanzaro. Angelieri (gli atti erano stati trasferiti per lui al Tribunale per i minorenni il 30 dicembre scorso dal gip distrettuale dell’operazione “Rinascita-Scott”) è difeso dall’avvocato Giuseppe Di Renzo, G.G. dall’avvocato Paride Scinica, G.D., dall’avvocato Francesco Capria, e A.M. dagli avvocati Mario Rizzo e Francesco Spanò.

top