martedì,Agosto 9 2022

Intimidazione al vigile urbano, sindacato di categoria solidale

Il segretario territoriale del Sulpl, Raffaele Stillitano, si stringe al collega oggetto del vile gesto e ricorda mancate tutele e difficoltà del settore.

Intimidazione al vigile urbano, sindacato di categoria solidale

«Ancora una volta l’uniforme della Polizia municipale diventa bersaglio della criminalità organizzata che, quando si tratta d’intimidire, colpire o andare oltre, non fa distinzioni di colori o di fregi. Ricordo a tutti, che in Calabria i nostri alamari, si sono macchiati di sangue innocente per ben cinque volte». È il commento del segretario territorio del Sindacato unitario lavoratori polizia locale di Vibo Valentia, Raffaele Stillitano, alla notizia dell’intimidazione subita dal funzionario di polizia municipale Franco Russo.

Intimidazione a Vigile urbano: recapitata una testa d’agnello mozzata

«Questa organizzazione sindacale – prosegue Russo -, oltre ad esprimere totale ed incondizionata solidarietà ad un collega serio e molto professionale, ancora una volta denuncia i rischi di una professione che continua ad essere ignorata anche dall’attuale governo, che nonostante le continue sollecitazioni non ha ripristinato le tutele fondamentali per gli operatori come equo indennizzo, pensione privilegiata e causa di servizio».

«L’episodio, l’ultimo di una lunga serie che nel corso di questi anni ha colpito uomini e donne del Corpo di Polizia municipale, significa che la Polizia locale è il primo sbarramento che lo Stato tramite i Comuni pone contro l’illegalità diffusa ma anche verso situazioni molto più pericolose.

Per questo, anche il Sulpl annuncia che sarà in piazza il prossimo 21 novembre contro «l’incomprensibile e scellerata ipotesi di chiusura» della Prefettura e degli altri presidi di pubblica sicurezza.

Articoli correlati

top