Operazione “Conquista”, la Camera penale di Vibo: “Solidarietà all’avv. Di Renzo”

Al tempo stesso i penalisti vibonesi si dicono certi dell’onestà professionale e intellettuale della Dda di Catanzaro

Al tempo stesso i penalisti vibonesi si dicono certi dell’onestà professionale e intellettuale della Dda di Catanzaro

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Dalla Camera penale di Vibo Valentia riceviamo e pubblichiamo: 

Informazione pubblicitaria

“La Camera Penale “Francesco Casuscelli” di Vibo Valentia, nell’apprendere dalle testate giornalistiche locali e non, dell’avviso di conclusioni delle indagini preliminari relative alla c.d. “Operazione Conquista ” di cui è stato destinatario anche il collega avvocato Giuseppe Di Renzo – atto dovuto anche e soprattutto nell’interesse e a garanzia dell’indagato il quale potrà avvalersi degli strumenti previsti dal nostro ordinamento processuale penale attraverso i quali  chiarire la sua posizione e, quindi, la sua personale estraneità rispetto ai fatti a lui contestati – esprime piena solidarietà al collega avvocato, nonché socio, di questa Camera Penale. Certa, infatti, della sempre dimostrata onestà personale e deontologica di uno dei migliori professionisti vibonesi. Così com’è certa della più volta dimostrata onestà professionale ed intellettuale dell’organo inquirente.

Il presidente della Camera Penale di Vibo Valentia, avvocato Mario Bagnato

Operazione “Conquista”, l’avvocato Di Renzo: “Mai Mantella mi consegnò una lettera”

‘Ndrangheta: operazione “Conquista” contro i Bonavota, 14 indagati