Assembramenti a Vibo, 15 ambulanti sanzionati

Controlli serrati da parte della Polizia municipale in materia di prevenzione Covid19. Elevati inoltre due verbali nei confronti di un ristorante e una denuncia per furto d’acqua
Controlli serrati da parte della Polizia municipale in materia di prevenzione Covid19. Elevati inoltre due verbali nei confronti di un ristorante e una denuncia per furto d’acqua
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Proseguono, a Vibo Valentia, i controlli della Polizia locale anche in materia di prevenzione Covid19. «In alcune zone del territorio comunale – si legge in una nota -, la presenza di attività economiche, in particolare esercizi commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande, risulta particolarmente elevata e, a seguito della liberalizzazione degli orari, soprattutto di sera, di notte e in special modo nei fine settimana, ha attratto flussi di notevole concentrazione di persone, sia all’interno che all’esterno dei locali».

L’attività svolta dagli operatori ha rilevato che «la vendita per asporto ha contribuito notevolmente ad ampliare le problematiche connesse ad una compresenza eccessiva di persone, in special modo nei casi di consumazione all’esterno dei locali, con riflessi sulla gestione dello spazio pubblico, sul disturbo al riposo dei residenti, oltre a determinare situazioni di degrado e problemi di igiene del territorio e di pregiudizio al decoro e all’arredo urbano. Al fine di evitare che si possa configurare un contesto di rischio, soprattutto con riferimento alla necessità di prevenire fenomeni di assembramenti di persone, il Comando di polizia locale nei giorni scorsi ha elevato: 15 sanzioni amministrative nei confronti di operatori ambulanti che non hanno rispettato la distanza di sicurezza prevista quale misura straordinaria anti-Covid nell’ordinanza sindacale che ha consentito la riapertura dei mercati; una denuncia per furto d’acqua nei confronti di una persona che con un sistema di bypass approvvigionava la propria abitazione ; due verbali nei confronti di un’attività di ristorazione che violava le corrette modalità di sversamento delle acque reflue».

L’azione di controllo della Polizia Locale proseguirà nei prossimi giorni: «a tutela della salute pubblica, secondo un criterio di necessità, adeguatezza e proporzionalità, volto alla prevenzione e contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19. In particolare – si spiega infine – per la giornata di Ferragosto è stato programmato un servizio prevedendo disposizioni particolari di salvaguardia in relazione all’esercizio delle medesime attività, anche al fine di renderle compatibili con le funzioni territoriali in ordine alla viabilità, alla mobilità dei consumatori, alla tutela dell’ambiente urbano e alla salute dei cittadini».

Informazione pubblicitaria