Famiglia nel mirino a San Gregorio: auto bruciate e colpi di pistola contro l’abitazione

Inquietante episodio alle prime luci dell’alba. Indagano i carabinieri. Non si esclude un collegamento con le recenti sparatorie avvenute nel quartiere Affaccio di Vibo Valentia

Inquietante episodio alle prime luci dell’alba. Indagano i carabinieri. Non si esclude un collegamento con le recenti sparatorie avvenute nel quartiere Affaccio di Vibo Valentia

Informazione pubblicitaria
Una delle due auto bruciate a San Gregorio
Informazione pubblicitaria

Risveglio di fuoco a San Gregorio d’Ippona. Alle prime luci dell’alba, intorno alle 5 di questa mattina, due auto appartenenti a padre e figlio sono state date alle fiamme in via Tommaso Campanella in pieno centro abitato. Le vetture, una Renault Clio e una Fiat, appartengono ad Antonio e Francesco Virdò, 65 e 37 anni, del luogo, e si trovavano parcheggiate sotto casa dei due.

Informazione pubblicitaria

Dopo l’incendio delle due macchine, una raffica di colpi di pistola è stata esplosa contro l’abitazione dei Virdò, colpendo gli infissi e i muri perimetrali in più punti. Sul posto si sono portati i Vigili del fuoco del Comando provinciale e i militari della locale Stazione dei carabinieri agli ordini del maresciallo Fabio Salvatore.

Non si esclude un collegamento tra questo episodio e le recenti sparatorie avvenute a Vibo Valentia nel quartiere Affaccio ai danni del 35enne Nazzareno Pugliese, vigile del fuoco discontinuo di Vibo, e di un circolo ricreativo sito in via Giovanni XXIII gestito da Carmelo Pugliese, 46 anni, zio di Nazzareno. 

Vibo Valentia: colpi di pistola esplosi all’indirizzo di un bar