Vibo: riprese sul luogo della sparatoria, aggredito cameraman di LaC Tv (VIDEO)

L’operatore di ripresa si era recato in via Giovanni XIII per riprendere il circolo ricreativo preso di mira ieri sera da ignoti pistoleri

L’operatore di ripresa si era recato in via Giovanni XIII per riprendere il circolo ricreativo preso di mira ieri sera da ignoti pistoleri

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Animi decisamente surriscaldati a Vibo Valentia dinanzi al bar-circolo ricreativo di via Giovanni XIII preso ieri sera di mira da ignoti malviventi che hanno esploso contro il locale sette colpi di pistola. Stamane, infatti, a farne le spese è stato un operatore di LaC Tv recatosi sul posto per documentare i luoghi teatro della seconda sparatoria avvenuta in meno di 24 ore nel rione Affaccio. Due persone hanno aspettato l’allontanamento di un’auto della polizia per scagliarsi contro l’operatore di ripresa minacciando di rompere la telecamera se non fosse andato subito via. Le stesse persone che si trovavano poco prima a presidiare il circolo ricreativo “Il gallo” gestito da Carmelo Pugliese, zio di Nazzareno Pugliese, il 35enne vigile del fuoco discontinuo rimasto ferito mercoledì sera ad un piede dopo l’esplosione al suo indirizzo di colpi di pistola nei pressi della chiesa della “Sacra famiglia”.

Informazione pubblicitaria

 

Vibo Valentia: colpi di pistola esplosi all’indirizzo di un bar