La presidente della Regione Jole Santelli è morta nella notte a Cosenza – Video

La governatrice è deceduta nella sua abitazione. Da tempo lottava contro un male incurabile
La governatrice è deceduta nella sua abitazione. Da tempo lottava contro un male incurabile
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, è deceduta nella notte nella sua abitazione di via Piave, a Cosenza, per un arresto cardiocircolatorio. La governatrice, 51 anni, da tempo lottava contro un male incurabile e le sue condizioni si sarebbero aggravate nel corso delle ultime ore. A ritrovarla, questa mattina, è stata la sorella. Da quanto emerge, il presidente riferiva malesseri da alcuni giorni. Fino alla giornata di ieri, tuttavia, non ha smesso di lavorare e ha continuato a incontrare i suoi collaboratori. 

Informazione pubblicitaria

Chi era Jole Santelli

Di professione avvocato, sin dal giugno 1996 ha iniziato a collaborare con l’Ufficio legislativo del gruppo di Forza Italia a Palazzo Madama, per poi passare a quello di Montecitorio. Fin dal 2000, inoltre, coordina il Dipartimento giustizia del partito azzurro.

Per quattro legislature, 20 anni, è stata parlamentare della Repubblica, una volta, nel 2006, in Emilia Romagna, e per due volte ha ricoperto il ruolo di sottosegretario di Stato. La prima volta fu sottosegretario alla Giustizia nel terzo Governo Berlusconi (2001-2006), la seconda sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali nel Governo Letta (2013). Nel 2008, eletta nell’allora Pdl, andò a ricoprire il ruolo di vicecapogruppo alla Camera dei Deputati.

Stakanovista d’aula, è stata promotrice di 151 progetti di legge ed ha presentato qualcosa come 578 atti di indirizzo e controllo, ovvero mozioni, interrogazioni, interpellanze e ordini del giorno.

Dal gennaio 2014 è stata coordinatrice regionale di Forza Italia. Nel gennaio 2020 è diventata la prima donna a guidare la Regione Calabria.