mercoledì,Giugno 16 2021

Coronavirus, scuole chiuse a Serra San Bruno e Vibo Marina

Lezioni sospese per effettuare la sanificazione dei locali. Stesso provvedimento era stato assunto in mattinata a Ricadi e nel pomeriggio anche a Mongiana e Fabrizia

Coronavirus, scuole chiuse a Serra San Bruno e Vibo Marina

Con il virus che incalza, in diversi comuni del Vibonese, si sta procedendo in queste alla sanificazione dei locali pubblici più esposti. Nel capoluogo di provincia la procedura ha riguardato sia il palazzo municipale (considerata la positività al tampone del Covid di un consigliere di maggioranza) sia i due Tribunali, quello “nuovo” di via Lacquari e quello di corso Umberto I, dove si sono verificati ulteriori casi. Non sono escluse da questa prassi di igienizzazione neppure le scuole. A Ricadi il sindaco NicolaTripodi ne ha disposto la chiusura, con propria ordinanza, fino al 6 novembre, proprio per eseguire la sanificazione a seguito di “alcuni casi positivi” verificatisi in paese.

Stessa decisione è stata assunta dal sindaco di SerraSanBruno, AlfredoBarilari. Qui la sanificazione delle scuole dell’infanzia, primaria e media è avvenuta nella giornata di oggi ma lo stesso si è ritenuto opportuno sospendere le attività didattiche in presenza fino al 7 novembre, in attesa dei risultati di tutti i tamponi effettuati nella cittadina della Certosa, dove si registrano due casi attivi.

Aule che, da domani, resteranno deserte anche a Mongiana e Fabrizia (qui sono tre i casi positivi), per effetto delle ordinanze emanate dai rispettivi sindaci, Francesco Angilletta e Francesco Fazio. Entrambi i provvedimenti sono da intendersi “fino a data da destinarsi”. Già predisposta dalla dirigente Maria Carmen Aloi l’attivazione della didattica a distanza.

Lezioni sospese anche all’istituto comprensivo Amerigo Vespucci di Vibo Marina, dove la dirigente MariaSalvia (che dirige anche il Comprensivo di Ricadi), ha comunicato a docenti e genitori che «per accertamenti epidemiologici al personale scolastico, saranno sospese, in via cautelativa, le attività didattiche per tutte le classi della sede centrale (scuola secondaria di primo grado e classi seconda, terza e quarta della scuola primaria Presterà) a partire da domani, martedì 3 novembre 2020. Si procederà con la sanificazione straordinaria dei locali scolastici interessati e si rientrerà non appena saranno resi noti gli esiti dei tamponi. Le lezioni proseguiranno con la didattica digitale a distanza – ha chiarito la dirigente -. Negli altri plessi di questo Istituto comprensivo le attività didattiche in presenza saranno svolte regolarmente».

Casi di coronavirus a Ricadi, il sindaco chiude le scuole

top