Provincia, sale la tensione. I dipendenti occupano nuovamente la banca – Video

Lavoratori in catene nei locali del Monte dei Paschi di Siena per chiedere il pagamento delle spettanze arretrate. La delibera di Niglia per la dilazione dei mutui e il pagamento del mese di luglio non ha ancora sortito alcun effetto.

Lavoratori in catene nei locali del Monte dei Paschi di Siena per chiedere il pagamento delle spettanze arretrate. La delibera di Niglia per la dilazione dei mutui e il pagamento del mese di luglio non ha ancora sortito alcun effetto.

Informazione pubblicitaria
L'occupazione del Monte dei Paschi
Informazione pubblicitaria

Nuova forte azione di protesta dei dipendenti della Provincia di Vibo Valentia. Un nutrito gruppo di lavoratori, circa cinquanta, ha occupato questa mattina la filiale vibonese della banca Monte dei Paschi di Siena, tesoreria dell’Ente, chiedendo il pagamento delle mensilità arretrate che ammontano ormai a quattro e alle quali molto presto si aggiungerà la tredicesima.

Informazione pubblicitaria

Provincia, si riaccende la protesta. Lavoratori da quattro mesi senza stipendio

Nei giorni scorsi, un’azione simile, aveva poi portato alla delibera del presidente dell’Amministrazione provinciale Andrea Niglia, che aveva intimato alla banca il congelamento dei ratei dei mutui contratti con la Cassa depositi e prestiti, il Credito sportivo e la Bnl, al fine di garantire il pagamento almeno della mensilità di luglio.

Decreto finora rimasto lettera morta, tanto da spingere i dipendenti ad una nuova decisa azione di protesta che, assicurano, proseguirà fin quando non verrà trovata una soluzione per garantire il pagamento agli stessi lavoratori ormai esasperati, alcuni dei quali si sono addirittura incatenati all’interno della filiale. Sul posto è intervenuto anche il vicepresidente della Provincia, con delega al Bilancio, Pasquale Fera, nel tentativo di addivenire ad una soluzione con i vertici dell’istituto di credito.  

s. m.