Nicotera, il sindaco Marasco: «Io aggredito, denuncio»

Il primo cittadino accusa la giornalista Enza Dell’Acqua di avergli tolto il cellulare «gettandolo a terra» e di avergli messo «le mani sul petto»
Il primo cittadino accusa la giornalista Enza Dell’Acqua di avergli tolto il cellulare «gettandolo a terra» e di avergli messo «le mani sul petto»
Informazione pubblicitaria

Prosegue senza esclusione di colpi, a Nicotera, la diatriba innescata dalla pubblicazione sul profilo Facebook del sindaco Giuseppe Marasco di una foto che immortala la giornalista Enza Dell’Acqua senza mascherina in compagnia del figlio disabile, postata senza il consenso degli interessati. Dopo la denuncia-querela nei confronti del primo cittadino presentata dalla cronista, Marasco passa al contrattacco annunciando, a sua volta, una denuncia nei confronti della Dell’Acqua. I motivi vengono riassunti sempre in un post pubblicato sul suo profilo Facebook in cui si legge: «Cari concittadini nella serata del 1 dicembre è avvenuto un episodio molto grave di cui ritengo debba portavi a conoscenza. Mentre mi trovavo nel corso Medameo, intento ad aiutare i volontari comunali nei lavori di completamento della via del vischio, sono stato vittima di una aggressione, verbale e non, da parte della signora Enza Dell’Acqua. Essa durante il suo sproloquio “rigorosamente” senza mascherina, alla quale hanno assistito parecchi testimoni, oltre ad avermi rivolto ingiurie ed offese, mi ha anche aggredito, prima togliendomi il cellulare dalle mani gettandolo a terra, successivamente mettendomi le mani sul petto. Nell’immediato ho provveduto a dare incarico al mio legale per preparare una querela denuncia che presenterò personalmente, nei prossimi giorni, presso la locale caserma dei carabinieri».