Contrasto ai botti illegali nel Vibonese, nuovi sequestri e sanzioni

Ritrovati quasi 300 chili di materiale esplosivo fuori legge, posti i sigilli ad una fabbrica abusiva, denunciate 2 persone ed elevata una multa di 6.500 euro ad un 35enne di Soriano: questo il bilancio dell’attività della Compagnia di Serra San Bruno nelle festività

Ritrovati quasi 300 chili di materiale esplosivo fuori legge, posti i sigilli ad una fabbrica abusiva, denunciate 2 persone ed elevata una multa di 6.500 euro ad un 35enne di Soriano: questo il bilancio dell’attività della Compagnia di Serra San Bruno nelle festività

Informazione pubblicitaria
Il materiale sequestrato dai carabinieri
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, già nei giorni scorsi, hanno iniziato una serie di verifiche nel settore del commercio dei botti illegali che, allo stato attuale, ha fruttato 2 deferimenti all’autorità giudiziaria con contestuale sequestro di più di 200 kg di materiale esplodente; in un caso, inoltre, è stata sequestrata anche una fabbrica abusiva di “botti” illegali. 

Informazione pubblicitaria

Attività che è proseguita anche nella mattinata del 25 dicembre, quando i carabinieri della Stazione di Soriano hanno eseguito una serie di perquisizioni domiciliari ritrovando circa 60 chili di materiale esplodente, non catalogato e sprovvisto delle autorizzazioni per la libera vendita. 

Nei confronti del proprietario di questo materiale, un sorianese 35enne, già noto alle forze di Polizia, sono state elevate sanzioni amministrative pari a circa 6.500 euro. La merce illegale, posta tutta sotto sequestro, avrebbe fruttato sul mercato più di 10.000 euro.

LEGGI ANCHE:

Scoperta a Soriano una fabbrica abusiva di fuochi artificiali (VIDEO)