martedì,Giugno 22 2021

Covid, quarta vittima a Piscopio. Nessun caso tra gli alunni di Francica, Filandari e Ionadi

A perdere la vita un 84enne. Nei tre comuni, lo screening sulla popolazione studentesca consentirà di tornare a scuola in sicurezza tra oggi e domani

Covid, quarta vittima a Piscopio. Nessun caso tra gli alunni di Francica, Filandari e Ionadi
Tamponi a Piscopio

Piange la sua quarta vittima dovuta al Covid la frazione Piscopio di Vibo Valentia, zona rossa fino al 23 gennaio prossimo. Si tratta di un 84enne che si trovava ricoverato a Catanzaro e il cui decesso va ad aggiungersi al mesto elenco che nei giorni scorsi ha registrato la morte di altri tre anziani residenti nel piccolo centro funestato dall’emergenza coronavirus con oltre 350 casi. Nove di questi si trovano attualmente ricoverati in ospedale, mentre sul fronte dei nuovi contagi a Piscopio, ieri, ne sono emersi due.

Arrivano buone notizie, al contrario, riguardo ai tamponi a tappeto effettuati in queste ore su alunni di varie scuole primarie e secondarie di primo grado attive nella provincia di Vibo Valentia. I test rapidi svolti, ad esempio, nei Comuni di Ionadi, Francica e Filandari nella giornata di ieri su centinaia di ragazzi, corpo docente e personale Ata hanno dato tutti esito negativo al Covid-19. Un risultato accolto con soddisfazione dalla popolazione e che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a sindaci e dirigenti scolastici di queste comunità, tant’è che già oggi 19 gennaio a Francica e Filandari le scuole hanno riaperto i battenti e gli alunni sono rientrati nelle loro classi. A Ionadi, invece, le “saracinesche” si rialzeranno nella giornata di domani 20 gennaio.

«Il risultato emerso dallo screening ci rasserena – sottolinea a caldo il sindaco Antonio Arena – anche perché oltre a rilevare la situazione pandemia tra gli studenti, ci consente, indirettamente, di poter affermare con buona probabilità che la situazione pandemica su circa altrettante 250 famiglie di nostri concittadini è serena. Il dato, seppur rasserenante, ovviamente non rende nessuno immune dal probabile contagio futuro, ma è un buon dato di ripartenza, che con la giusta responsabilità, senza abbassare l’attenzione e continuando a rispettare tutte le regole con prudenza e buonsenso, ci consentirà già domani di riaprire le scuole».

Sulla stessa lunghezza d’onda le parole del sindaco di Filandari Rita Fuduli, il quale dal canto spiega come l’accertata mancanza di positività al coronavirus tra la popolazione scolastica «garantisce la tranquillità di poter ritornare tra i banchi delle scuole in massima sicurezza», fermo restando che quanto emerso dai tamponi effettuati in queste ore «non rende nessuno immune dal probabile contagio futuro». Entrambi i primi cittadini, tra l’altro, sottolineano lo spirito di collaborazione dimostrato dai dirigenti scolastici e ringraziano i due rispettivi laboratori di analisi attivi a Vibo Valentia che, nell’occasione, hanno dimostrato «generosità e sensibilità omaggiando totalmente l’iniziativa a beneficio della popolazione studentesca».

Nei giorni scorsi, stessi sentimenti di gratitudine per il servizio erogato a favore della popolazione scolastica erano stati espressi dal sindaco di San Costantino Calabro Nicola Derito, in quel caso nei riguardi della Croce Rossa Italiana. Gesti per nulla scontati, che in epoca di pandemia rappresentano sicuramente un bel segnale

Articoli correlati

top