giovedì,Giugno 24 2021

Ricettazione: assolto a Vibo Michele Fiorillo

La Procura aveva chiesto la condanna a 2 anni e 6 mesi. Il 19 febbraio è stato condannato nel processo “Rimpiazzo”

Ricettazione: assolto a Vibo Michele Fiorillo

Il Tribunale monocratico di Vibo Valentia ha assolto Michele Fiorillo (cl. ’87), di Piscopio, dall’accusa di ricettazione di un assegno bancario provento di una rapina commessa ai danni della filiale del Banco di Napoli. Secondo l’accusa – che aveva chiesto la condanna a 2 anni e 6 mesi –, Michele Fiorillo sarebbe stato consapevole della provenienza illecita dell’assegno. Il reato porta quale data di commissione quella del 22 novembre 2010. Per l’assoluzione si era invece battuto l’avvocato Francesco Lione che è riuscito a dimostrare al Tribunale l’estraneità dell’imputato rispetto alle accuse contestate. Michele Fiorillo il 19 febbraio scorso è stato condannato a 3 anni nel processo con rito abbreviato nato dall’operazione antimafia denominata “Rimpiazzo”. E’ figlio di Nazzareno Fiorillo, detto “U Tartaru”, condannato a 11 anni in “Rimpiazzo” quale capo-società del clan dei Piscopisani, ed imputato pure nel processo Rinascita-Scott.

LEGGI ANCHE: Clan dei Piscopisani: quindici condanne e otto assoluzioni al processo Rimpiazzo

“Rimpiazzo”: la sentenza contro il clan dei Piscopisani e il risarcimento alle parti civili

Articoli correlati

top