Violazione sorveglianza: assolto in Cassazione Franco Barba

L’esponente dell’omonimo clan federato con la “famiglia” Lo Bianco di Vibo Valentia si trova attualmente in carcere con l’accusa di omicidio

L’esponente dell’omonimo clan federato con la “famiglia” Lo Bianco di Vibo Valentia si trova attualmente in carcere con l’accusa di omicidio

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La prima sezione penale della Cassazione, in accoglimento di un ricorso discusso dall’avvocato Diego Brancia nell’interesse di Franco Barba, 56 anni, di Vibo Valentia, ha annullato senza rinvio perché il fatto non sussiste la condanna alla pena di anni uno e mesi sei di reclusione inflitta dal gup del Tribunale di Vibo Valentia (al termine di un processo con rito abbreviato), poi confermata in appello, per la violazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Informazione pubblicitaria

Franco Barba, imprenditore edile, era stato sorpreso fuori dall’abitato del comune di residenza (Vibo Valentia) alla guida di un’auto (pur avendo subito la revoca prefettizia della patente di guida) priva di polizza assicurativa.

Francesco Barba

Le argomentazioni sostenute dalla difesa, che ha richiamato l’orientamento della Corte Costituzionale pronunciatasi con sentenza additiva e quello delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione in tema di attualità della pericolosità sociale, oltre ad un principio già enunciato dalla Prima sezione penale, sono state integralmente accolte, tanto che la Suprema Corte ha annullato senza rinvio la sentenza impugnata.

Per tali vicende Franco Barba era stato ristretto agli arresti domiciliari per oltre sei mesi, oltre alla sottoposizione ad altre misure non custodiali. Allo stesso Barba veniva contestata la recidiva reiterata infraquinquennale, per cui la condanna sarebbe divenuta immediatamente esecutiva.

Franco Barba è stato in passato condannato a 6 anni con sentenza definitiva per associazione mafiosa (operazione “Nuova Alba”) poiché ritenuto esponente di spicco del clan Lo Bianco-Barba. Attualmente si trova detenuto quale mandante dell’omicidio di Mario Franzoni (operazione “Outset”), consumato a Portosalvo nell’agosto del 2002. 

LEGGI ANCHE: 

Estorsione ai pescatori di Vibo Marina, chieste tre condanne

‘Ndrangheta: omicidi nel Vibonese, arresti per operazione della Dda di Catanzaro

Operazione “Outset”: ecco tutti i retroscena dell’omicidio Franzoni a Porto Salvo

Operazione “Outset” a Vibo, gli inquirenti: “Risultato importante” (VIDEO)

GALLERY | Operazione “Outset”, le foto degli arrestati

‘Ndrangheta: operazione Outset, Franco Barba piantonato in ospedale a Vibo

Operazione “Outset”: le villette per Mantella e Scrugli e le presunte “bustarelle” ai vigili