Emergenza buche a Vibo, l’esperto spiega come chiedere il risarcimento (VIDEO)

Sarebbero già decine le denunce pervenute in Comune. Claudio Cricenti del Codacons: “Ecco come bisogna muoversi in caso di danni alla propria autovettura”

Sarebbero già decine le denunce pervenute in Comune. Claudio Cricenti del Codacons: “Ecco come bisogna muoversi in caso di danni alla propria autovettura”

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

In Calabria torna a splendere il sole. E si sa che il sole mette di buon umore. Non a Vibo Valentia però dove appena lo sguardo si sposta ad altezza strada la rabbia torna a salire. Soprattutto se si deve prendere l’auto e attraversare le vie della città. Altro che sole. Non basterebbe un lettino sulle splendide spiagge delle Maldive per far tornare il buon umore. Le buche continuano a fioccare e le poche toppe messe in questi giorni si sono già consumate. A farne le spese automobilisti, centauri e anche pedoni che hanno dovuto fare i conti con l’asfalto diventato un colabrodo. Gomme bucate, cerchi da buttare, semiasse distrutti, e tanti soldi da sborsare. Ma a chi imputare la responsabilità? A chi chiedere i danni? All’Ente proprietario della strada: nella maggioranza dei casi Comune e Provincia.

Informazione pubblicitaria

Cosa fare in caso di danno: le “dritte” del Codacons. «Bisogna innanzitutto chiedere l’immediato intervento della polizia municipale, della polizia stradale o dei carabinieri – spiega il referente di Vibo Valentia dell’associazione dei consumatori, Claudio Cricenti – così da far rilevare sul posto le condizioni della strada e verbalizzare, nell’immediatezza del fatto, l’esistenza della buca, della strada sconnessa. Scattare – continua – se possibile, alcune foto dei luoghi, coinvolgendo testimoni che abbiano assistito all’evento. In caso di lesioni fisiche recarsi immediatamente al Pronto soccorso. Dopodiché – conclude Cricenti – all’Ente di turno dovrà essere inviata la denuncia con raccomandata A/R». 

Pagano sempre i cittadini. E qualcuno a Vibo si è già mosso. Anzi. Più di qualcuno. Sarebbero decine, infatti, le denunce pervenute sui tavoli del Comune che, in caso di conclamata responsabilità, sarà costretto a mettere mani al portafogli. Degli amministratori? Macché. A pagare, come si sa, sono sempre i cittadini. Altro che sole.

Il Comune ci mette una “pezza”. L’amministrazione comunale in data odierna, con determina n°567 pubblicata sull’Albo pretorio on line, ha dato il via all’iter per l’esecuzione di “lavori di rappezzatura e ricolmatura buche ed avvallamenti del piano viabile e sistemazione della pavimentazione in basole in Vibo Valentia e frazioni”. Un caso? Può darsi. L’importante è che le strade cittadine tornino in uno stato decente.

LEGGI ANCHE:

Strade groviera a Vibo, lavoro super per i gommisti (VIDEO)

Degrado a Vibo | Viaggio sulle strade colabrodo della città tra imprecazioni e ironia (FOTO)