Gli studenti del “Colao” di Vibo premiati dal capo della Polizia Gabrielli (VIDEO)

Riconoscimento per il liceo artistico vibonese nell’ambito del progetto “PretenDiamo legalità”, avviato dal Dipartimento di Pubblica sicurezza e dal Miur e sostenuto dalla Questura. Coinvolti 600 studenti di vari istituti cittadini

Riconoscimento per il liceo artistico vibonese nell’ambito del progetto “PretenDiamo legalità”, avviato dal Dipartimento di Pubblica sicurezza e dal Miur e sostenuto dalla Questura. Coinvolti 600 studenti di vari istituti cittadini

Informazione pubblicitaria
La premiazione dei lavori
Informazione pubblicitaria

La Questura di Vibo Valentia in collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado, ha avviato su tutto il territorio vibonese, il progetto “PretenDiamo Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”, avviato dal Dipartimento di Pubblica sicurezza in collaborazione con il Miur, per diffondere tra i ragazzi la cultura della legalità. È questo l’obiettivo del progetto, attraverso il quale gli studenti hanno avuto modo di riflettere sulla legalità e di partecipare al concorso con degli elaborati creativi sui temi: “Io=noi. Legalità=responsabilità” e “Il futuro è nella memoria: come riconquistare spazi di legalità collettiva“.

Informazione pubblicitaria

Nell’ambito del progetto, la Questura di Vibo Valentia, ha trattato i temi in questione modulandoli in relazione alle scolaresche incontrate nell’arco degli ultimi sei mesi, in particolare il personale dipendente ha interagito con oltre 600 studenti. Il team composto dagli Assistenti capo Maria Fuoco, Giuseppe Gaccione e Marcello Bova, ha approfondito anche i temi della violenza di genere del bullismo e del cyberbullismo, incontrando la partecipazione e l’attenzione degli studenti durante gli incontri formativi.

«L’attività svolta – si legge in un resoconto – ha portato ad ottenere risultati positivi in termini di vicinanza alle istituzioni scolastiche ed alla popolazione studentesca, aprendo anche a fruttuose collaborazioni con alcuni istituti vibonesi. Enorme soddisfazione, ha rappresentato vedere la concretizzazione del lavoro svolto, nell’apprendere e nel vedere premiati gli studenti del Liceo artistico “Colao”, vincitori della sezione Graphic novel, con la seguente motivazione: “per la professionalità dimostrata nella presentazione del progetto, nella sua realizzazione, il lavoro in concorso, manifesta una dedizione particolare che si è evidenziata in ogni sua forma, dal soggetto alla sceneggiatura attraverso uno storyboard particolarmente curato e professionale». 

I ragazzi del Liceo Colao, sono stati premiati il 30 maggio scorso alla presenza del Capo della Polizia, Direttore generale della Pubblica sicurezza prefetto Franco Gabrielli. I lavori premiati, verranno inseriti in una pubblicazione curata da Polizia Moderna, che ne racconterà lo sviluppo e la realizzazione. Gli studenti del Liceo artistico sono stati anche presenti nell’iniziativa  del Convitto “Filangieri” e della Questura di Vibo Valentia, che si è tenuta nella storica sede dell’Istituto scolastico dal 21 al 26 maggio: un’esposizione di lavori originali e di pannelli fotografici dal titolo: “Gli angeli della Scorta”, in occasione della 26a ricorrenza delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Anche la mostra ha visto la visita di centinaia di ragazzi degli istituti vibonesi di ogni ordine e grado. Nella giornata di oggi presso la sede del Liceo “Colao”, avverrà la consegna di un tablet da parte del personale della locale Questura di Vibo Valentia.