A Pizzo l’inaugurazione di Experience House, spazio di coworking aperto alla comunità

Moretti (Goodwill): «I giovani protagonisti dei beni comuni». Il sindaco Callipo: «Idea che dà lustro alla città»  

Moretti (Goodwill): «I giovani protagonisti dei beni comuni». Il sindaco Callipo: «Idea che dà lustro alla città»  

Informazione pubblicitaria

Un luogo di condivisione di idee, progetti, esperienze. Aperto a professionisti, gruppi di lavoro, artisti, operatori nei più svariati campi dell’innovazione sociale, della tecnologia e dei nuovi media. Il tutto in uno spazio accogliente e fortemente identitario, legato a doppio nodo alla storia, alla cultura e all’economia locale, che viene restituito alla comunità denso di nuovi contenuti. È questo ciò che punta a divenire la Loggia della tonnara a Pizzo grazie al progetto “Experience House”, nato dall’ambiziosa idea di un gruppo di giovanissimi studenti vibonesi che si sono aggiudicati un finanziamento di 30mila euro per darle corpo grazie al progetto Giovani e futuro comune, ideato da Goodwill e Talent garden Cosenza con il sostegno di Fondazione Vodafone Italia e Fondazione per il Sud. Il team composto da Gioacchino Puglisi, Federica Rubino, Wanda Loschiavo, Elisabetta Artusa, supportato dal mentor Gianpaolo Masciari, è risultato il vincitore per la provincia di Vibo Valentia nella competizione del giugno scorso a Cosenza che ha incoronato le migliori proposte di utilizzo sociale di beni comuni nelle cinque province calabresi. La presentazione ufficiale del progetto e il taglio del nastro domenica 28 ottobre, alle ore 17.30, all’ex Tonnara sul lungomare Cristoforo Colombo a Pizzo Calabro.  «Arriviamo alla conclusione di un cammino lungo e impegnativo – afferma Lucia Moretti, presidente dell’associazione Goodwill, in vista dell’evento – che ha visto i cinque team premiati superare un percorso non semplice: sono partiti in più di 500 per arrivare in 20 al traguardo, vincendo una sfida molto difficile che, a dispetto della loro giovane età, hanno dimostrato di saper affrontare nel migliore dei modi. A 18 anni non è per niente facile interagire con amministrazioni, fornitori, prendere decisioni e fare le scelte giuste. Ma loro sono stati bravissimi. La nuova sfida che ora ci attende è quella di mettere “in formazione” un’intera comunità chiamata a sperimentare un progetto che vede sì i ragazzi protagonisti della gestione di un bene pubblico ma che coinvolge, al tempo stesso, anche un’amministrazione comunale che deve essere pronta a dare loro fiducia e la stessa comunità, cui il bene appartiene, che si vede quel bene restituito con nuovi significati e prospettive». Il progetto Experience House si concretizza anche grazie alla disponibilità del Comune di Pizzo Calabro che attraverso la sottoscrizione di un Patto di collaborazione, in ossequio al Principio di sussidiarietà orizzontale, mette a disposizione il bene comune Loggia della tonnara. «Sono particolarmente orgoglioso di questo progetto – afferma a tal proposito il sindaco Gianluca Callipo -, non solo perché si valorizza un bene comunale ma soprattutto perché a farlo è un gruppo di giovani con un progetto da loro ideato che ha ottenuto la fiducia di importanti Fondazioni. Soggetti privati che sposano un progetto di pubblica utilità, a dimostrazione del fatto che anche da noi i giovani possono e devono promuovere iniziative di questo tipo. Iniziative che laddove trovano poi una disponibilità da parte delle istituzioni locali e di enti privati, come in questo caso, possono concretizzarsi offrendo opportunità di crescita e ricadute sociali per la comunità».        LEGGI ANCHE: Experience House, a Pizzo la presentazione del progetto vincitore di “Giovani e futuro comune”