mercoledì,Ottobre 27 2021

Al vibonese Borello menzione speciale nel festival del giornalismo investigativo

L'inchiesta “The Deserter” che porta anche la sua firma tra le favorite al DIG Awards 2021 che si è tenuto a Modena

Al vibonese Borello menzione speciale nel festival del giornalismo investigativo

C’è anche un vibonese, Giuseppe Borrello, tra i protagonisti del DIG Awards 2021, il festival internazionale del giornalismo investigativo che si è tenuto a Modena. Otto i premi e quattro le menzioni speciali assegnati a film e podcast provenienti da tutto il mondo, da parte di una giuria composta da 10 tra giornalisti, registi e professionisti della comunicazione. La giuria era presieduta dal pluripremiato fotografo Paolo Pellegrin, affiancato da Gabriela Manuli (GIJN), Andrea Scrosati (Fremantle), Margherita Pescetti (regista), Juliana Ruhfus (Al Jazeera English), Tim Travers Hawkins (Cinemachete), Anne Koch (GIJN), Alberto Nerazzini (Dersu/DIG), Alexandre Brachet (Upian), Nils Hanson (SVT).
“The Deserter” di Giuseppe Borello, Andrea Sceresini, Tatsiana Khamliuk ha ottenuto una menzione speciale nella categoria “Best Dig Pitch”: un’inchiesta internazionale sulla morte di Andy Rocchelli e Andrej Mironov, uccisi in Ucraina nel 2014 mentre svolgevano il loro lavoro di giornalisti. Per la prima volta, dopo due processi, un testimone oculare – un disertore dell’esercito ucraino – spiega chi ha ucciso Andy e Andrej.

top