martedì,Novembre 30 2021

Fabrizio Sudano nuovo soprintendente archeologico di Reggio e Vibo Valentia

L’interim era fino ad oggi rivestito dal direttore del Segretariato regionale del MiC Salvatore Patamia. Sudano è già stato soprintendente per la provincia di Cosenza

Fabrizio Sudano nuovo soprintendente archeologico di Reggio e Vibo Valentia

Fabrizio Sudano è da oggi 15 novembre la nuova guida della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia. A sancirne la sua nomina, un decreto della Direzione generale di settore del Ministero della Cultura. Al momento l’incarico era rivestito ad interim dal direttore del Segretariato regionale della Calabria Salvatore Patamia. Sudano, nel frattempo, dal dicembre 2020 era alla guida della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la provincia di Cosenza. Da maggio 2021 aveva assunto anche l’interim per quella per le province di Catanzaro e Crotone. [Continua in basso]

Il nuovo soprintendente conosce bene la realtà che si accinge a guidare, visto che in precedenza ha rivestito anche il ruolo di funzionario archeologo, direttore del Museo archeologico di Medma e dei Parchi archeologici di Palmi e Rosarno e responsabile dell’area funzionale “Patrimonio Archeologico” della SABAP per le province di Reggio Calabria e Vibo Valentia. Laureato in Lettere classiche ad indirizzo archeologico, specializzato in archeologia classica e dottore di ricerca in Scienze archeologiche, autore di numerosi articoli e pubblicazioni scientifiche, Sudano ha ricoperto nel corso della sua carriera vari incarichi in seno a commissioni di studio e progetti scientifici. La sua attività è stata suggellata da numerosi riconoscimenti. Tra questi, i premi “Alfio Sgalambro” del Kiwanis Club di Lentini 2006, “Demetra 2019” per l’archeologia e “Anassilaos Arte Cultura Economia e Scienze 2019”.

top