Giuseppe Ratti, il re degli occhiali da sole dai natali vibonesi

Il fondatore della Persol nacque ad Arena nel 1890. Destinato ad una straordinaria carriera imprenditoriale fu anche appassionato di floricultura e antesignano della difesa dell’ambiente.

Il fondatore della Persol nacque ad Arena nel 1890. Destinato ad una straordinaria carriera imprenditoriale fu anche appassionato di floricultura e antesignano della difesa dell’ambiente.

Giuseppe Ratti con Sophia Loren
Informazione pubblicitaria

Il 5 aprile 1890 ad Arena di Calabria nasce Giuseppe, ultimo di quattro figli dell’alessandrino Piero Ratti, funzionario di banca, e della vercellese Domenica Balbi.

Informazione pubblicitaria

Dopo due anni, nel 1892, la famiglia Ratti si trasferisce a Torino, città in cui Giuseppe consegue il diploma di geometra nel 1910. Ma il destino del giovane Ratti è un altro e lo porterà a divenire una delle più notevoli figure dell’imprenditoria italiana.

Giuseppe acquista infatti un negozio di articoli fotografici: è l’inizio di una storia straordinaria, un cammino in continua ascesa che lo porterà alla diffusione di un marchio destinato a diventare famoso in tutto il mondo: gli occhiali Persol.

I vari modelli saranno adottati da poeti come D’Annunzio, campioni automobilistici come Fangio, attori come Mastroianni, esploratori come Messner. Nel 1995 il marchio Persol verrà acquisito dalla Luxottica, azienda leader del settore in campo mondiale che ne conserverà però le caratteristiche peculiari.

Giuseppe Ratti morì improvvisamente, ancora pieno di idee e di energie, nel 1965 a Sanremo: i titoli dei giornali di allora parlarono della scomparsa del “poeta dei fiori e della natura”. Il fondatore della Persol, infatti, è stato anche un appassionato di floricoltura e un antesignano della difesa dell’ambiente.