mercoledì,Maggio 18 2022

Niente biblioteca a Vibo Marina, i giovani della Pro loco: «Occasione sprecata»

Il gruppo giovani del sodalizio con amarezza interviene in merito alla mancata realizzazione della struttura: «Si farà un piccolo centro di lettura alla Tonnara di Bivona? Non è la stessa cosa»

Niente biblioteca a Vibo Marina, i giovani della Pro loco: «Occasione sprecata»
Vibo Marina
L’istallazione luminosa con l’aggiunta della preposizione “del”

«Nel massimo rispetto di tutti – ma con grande amarezza – la nostra associazione prosegue il suo tentativo di dialogo nell’intento di avere una comunità unita e solidale, ma anche attiva per ottenere spazi e servizi pubblici utili a soddisfare i bisogni collettivi. Non ci sono parole per esprimere il nostro profondo rammarico in merito alla mancata realizzazione della Biblioteca comunale a Vibo Marina, e ciò al di là di ogni responsabilità e giustificazione». Lo scrive in una nota stampa il Gruppo giovani della Pro loco di Vibo Marina evidenziando: «La proclamazione di Vibo Valentia “Capitale Italiana del Libro 2021” ha offerto al nostro territorio e alla nostra comunità un’occasione unica. Infatti, grazie a un finanziamento di 50mila euro è stata promessa la realizzazione di una Biblioteca comunale sul territorio di Vibo Marina, ma si tratta di una promessa che – come apprendiamo dalla stampa locale – non sarà mantenuta. Un’occasione unica e irripetibile, ormai sprecata». [Continua in basso]

Per il sodalizio «alla grande comunità marittima-portuale-industriale di Vibo Marina viene fatta perdere un’opportunità di sviluppo socio-culturale. Un altro “senza” va ad aggiungersi agli altri, perché Vibo Marina rimarrà priva della necessaria e a lungo attesa Biblioteca comunale. Non basta un “contentino”. Per Biblioteca noi intendiamo un servizio integrato con specifici compiti e con le funzioni delle normali biblioteche pubbliche, ma anche un luogo idoneo, ampio, moderno e funzionale in cui fare cultura; un luogo aperto al territorio e alle sue necessità di crescita, cardine per la coesione sociale. Adesso alla “Capitale del Libro 2021” manca un pezzo importante e significativo che era stato previsto e che avrebbe dato prestigio a tutta la città».

Pertanto: «Il grande progetto che era stato annunciato all’inizio – che la nostra associazione ha accolto con grande entusiasmo, mettendosi a disposizione per collaborare – sembra essere stato drasticamente ridimensionato. I 50.000 euro previsti per la realizzazione della nostra Biblioteca comunale si sono trasformati, da quanto apprendiamo, in un «piccolo finanziamento all’interno delle attività di Vibo Capitale del libro» per mezzo del quale si provvederà (in un futuro non ben precisato) «a fare una piccola sistemazione» per un non meglio precisato “Centro di lettura” all’interno della Tonnara di Bivona, luogo – per altro – con una lunga storia di incuria e risorse disperse, che da anni si tarda a rendere fruibile. Insomma, non certo la Biblioteca che ci aspettavamo di vedere. Una Biblioteca e un “piccolo Centro di lettura” non sono esattamente la stessa cosa».
In conclusione, il Gruppo giovani della Pro loco ribadisce: «Vibo Marina non vuole più accontentarsi, non vuole più essere trascurata ed emarginata, non vuole più ascoltare promesse che puntualmente vengono disattese o ridimensionate. Un altro treno pieno di opportunità è passato, e per l’ennesima volta non lo abbiamo preso. Ci auguriamo di essere ancora in tempo per correggere il tiro, prima di inaugurare un nuovo fallimento e un nuovo “senza” da aggiungere alla nostra collezione».

LEGGI ANCHE: Vibo Capitale del Libro, Lo Gatto: «Le Marinate escluse da tutto, è tempo di indignarsi»

Articoli correlati

top