giovedì,Febbraio 29 2024

Dallo sport alla letteratura, l’istituto De Filippis-Prestia di Vibo celebra le donne

L'evento “Mimose viventi” promosso in occasione dell'8 marzo. Focus sulla lotta alla violenza di genere

Dallo sport alla letteratura, l’istituto De Filippis-Prestia di Vibo celebra le donne

L’aula magna dell’istituto d’istruzione superiore “De Filippis Prestia” ha ospitato l’evento “Mimose viventi”, organizzato dalla professoressa Giovanna Esposito e dagli studenti dell’indirizzo di ottico, con il coinvolgimento di varie personalità del mondo della cultura, dello sport e delle istituzioni. L’iniziativa, facente parte dei “Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento” (Pcto), parte da un’idea alternativa del fare storia della letteratura ed insieme educazione alla cittadinanza attiva. Le mimose viventi sono le donne calabresi che ce l’hanno fatta, o per scelta o per vocazione, proprio come le più grandi voci della letteratura italiana: Vittoria Colonna, Mirandolina, Grazia Deledda o Sibilla Aleramo[Continua in basso]

Alcune delle realizzazioni degli alunni

Al tavolo aperto dalla dirigente scolastica Maria Francesca Durante,  moderato dal giornalista Maurizio Bonanno e animato dall’artista Giuseppe Ingoglia, hanno raccontato la propria esperienza il vicesindaco del comune di San Gregorio Sara Suriano (due volte campionessa nazionale di body building), Anna Barbaro (argento alle Paralimpiadi di Tokio 2021); la dottoressa Milena Barone dell’Associazione italiana donne medico (Aidm), Mariella Colucci del Centro d’ascolto “Ariel – Centro antiviolenza per le donne e i figli minori a carico” e Agata Romeo di “Anpal servizi” Spa. Spazio poi alle storie delle poetesse Gaspara Stampa, Vittoria Colonna e Sibilla Aleramo, considerata manifesto di emancipazione letteraria. Con il supporto delle professioniste del Centro d’ascolto “Ariel”, gli studenti hanno avuto modo di approfondire la tematica della violenza sulle donne, dei servizi di supporto alle donne in difficoltà, dell’importanza della prevenzione e anche di ideare un’attività di sensibilizzazione rivolta agli altri studenti dell’istituto. Nei laboratori della scuola dedicati all’indirizzo moda, gli studenti hanno ideato e realizzato dei piccoli gadget da distribuire in occasione dell’8 marzo, accompagnati da un volantino contenente le informazioni fondamentali apprese durante la realizzazione del progetto.

I segnalibri realizzati dai ragazzi

Il Pcto “Iris- io rompo il silenzio”, voluto fortemente dallo staff dei docenti dell’indirizzo capitanato dalla docente Maria Rosa Pappa, con l’evento “Mimose viventi” assieme alle tante attività organizzate, conferma l’impegno della scuola di fare dell’Istituto un vero e proprio centro di crescita umana di allievi, fornendo loro opportunità concrete per acquisire competenze e abilità che li rendano sempre più consapevoli davanti alle scelte future e sensibili davanti alle sfide a cui la società sarà chiamata a rispondere in un futuro imminente.

LEGGI ANCHE: Alternanza scuola lavoro, convenzione tra l’Asp di Vibo e l’istituto De Filippis Prestia

top