Giuseppe Zeno e il siparietto in calabrese: «Io mi criscivi a Vibu» – Video

Il celebre attore, nel corso della presentazione dell’ultimo libro dello scrittore Santo Gioffrè, ha recitato alcuni brani del volume rendendosi protagonista di una “scenetta” simpatica davanti ai tanti presenti

Il celebre attore, nel corso della presentazione dell’ultimo libro dello scrittore Santo Gioffrè, ha recitato alcuni brani del volume rendendosi protagonista di una “scenetta” simpatica davanti ai tanti presenti

Informazione pubblicitaria
Giuseppe Zeno

Giuseppe Zeno, l’attore napoletano cresciuto a Vibo Marina, da bel tenebroso delle fiction a interprete del brano in dialetto di un libro sulle faide calabresi: è successo con esiti, simpatici e imprevisti, durante la presentazione a Palmi del romanzo “L’Opera degli ulivi”. L’artista, amico dello scrittore Santo Gioffrè dai tempi in cui interpretò una parte in Artemisia Sanchez – il film tv tratto da un altro romanzo dello scrittore di Seminara – è stato così protagonista di un gustoso siparietto quando, quasi a volersi schermire per la difficoltà di dover leggere il dialetto della Piana reggina, ha confessato: “Io mi criscivi a Vibu” (io sono cresciuto a Vibo, ndr). Tanti applausi, però, hanno accompagnato tutta la serata inserita nel cartellone della Festa della Varia di Palmi e presentata dal direttore artistico Arcangelo Badolati, per un libro che ha superato le 80 presentazioni.