lunedì,Aprile 22 2024

Tropea, prolungata la mostra al Santa Chiara sul Codice Romano-Carratelli

Le novantanove tavole acquerellate, in perfetto stato di conservazione, continueranno ad essere visibili al pubblico

Tropea, prolungata la mostra al Santa Chiara sul Codice Romano-Carratelli

È stata prolungata fino al 13 ottobre la mostra dal titolo “Il Codice delle meraviglie”, sull’esposizione del Codice Romano-Carratelli, inaugurata lo scorso 4 agosto presso l’ex monastero di Santa Chiara a Tropea. Per il taglio del nastro erano presenti Emanuela Bertucci, curatrice della mostra, la ricercatrice Teresa Saeli, il presidente dell’Accademia dei bibliofili calabresi “G. Barrio” Alessandro Romano Carratelli e l’ideatore del Codice riflesso Marcello Sestito, oltre alla prorettrice vicaria dell’Università mediterranea di Reggio Calabria Francesca Fatta, a Mario Caligiuri, professore ordinario presso l’Università della Calabria, Giuseppe Fausto Macrì, autore di “Deputazione di Storia Patria per la Calabria”, il docente di Filosofia presso l’Università di Messina Vicenzo Cataldo, Romana Buttafuoco, docente presso l’Accademia di belle arti Clementina di Bologna, il direttore del Palazzo Reale di Milano Domenico Piraina ed il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto. Le novantanove tavole acquerellate, perfettamente conservate, che compongono il Codice Romano-Carratelli, un manoscritto databile al XVI secolo, rappresentano un unicum artistico e storico che raffigura città fortificate, castelli, torri costiere, allestimenti militari difensivi ed il territorio della provincia di Calabria Ultra nel Regno di Napoli. L’opera, il cui autore ancora oggi è ignoto, per la sua importanza storica, geografica, topografica ed antropologica, è stato proposto dalla Regione Calabria per l’inserimento nel programma Unesco “Memoria del Mondo”, dato il suo altissimo carattere identitario e la pregiata valenza culturale.

LEGGI ANCHE: Tropea, tutto pronto al Santa Chiara per l’evento sul Codice Romano-Carratelli

Tropea, tornano i seminari culturali di formazione firmati Anthropos

Infrastrutture, nasce a Tropea il “Comitato ponte e libertà” Calabria

Al Santa Chiara di Tropea, il grande repertorio vocale italiano col duo De Sylva-Scibilia

top