venerdì,Aprile 12 2024

Cessaniti: arriva “La notte della Befana” tra canti, degustazioni e la via delle calze

Il borgo antico del paese si prepara ad accogliere la manifestazione pensata per salutare l’arrivo del nuovo anno

Cessaniti: arriva “La notte della Befana” tra canti, degustazioni e la via delle calze

Cessaniti si prepara ad ospitare “La notte della Befana”. Il borgo antico del piccolo centro del Vibonese, per il 6 gennaio, promuove un’iniziativa (dalle ore 18.30 alle 20.30) dedicata alle tradizioni, alle eccellenze del territorio, al desiderio di trascorrere momenti di socialità. Una festa a chiusura di tutte le attività natalizie che hanno visto in campo in queste settimane il Comune guidato dal commissario Sergio Raimondo, le parrocchie del territorio e l’associazione Crisalide. L’Epifania, legata religiosamente all’arrivo dei re magi nella capanna dove è nato Gesù, continua ad essere una ricorrenza molto attesa soprattutto dai più piccoli che attendono e sperano di ricevere dolciumi e caramelle: «In paese -spiegano i volontari, associazione attivissima in campo sociale e culturale- fervono i preparativi per allestire la via delle calze, illuminare la notte e accogliere la Befana e i re in cammino guidati da una stella». Non mancheranno canti e racconti natalizi, momenti di degustazione con prodotti locali.

Ricordata poi l’essenza della giornata del 6 gennaio: «Anche se le origini sono religiose, oggi la festa viene legata all’iconica figura della Befana, la vecchietta che a bordo di una scopa volante porta calze con dolciumi ai bambini buoni, carbone a tutti quelli che non si sono comportati bene durante l’anno appena finito e, nel contempo, porta la purificazione nelle case e nei cuori della gente come seme di rinascita all’inizio dell’anno che verrà. Richiamare l’attenzione sul valore del donare agli altri, di imparare ad occuparsi del prossimo e di chi sta intorno a noi è il tema che con questa iniziativa, il comitato promotore, intende diffondere e promuovere in quest’epoca difficile e dove l’egoismo sembra prevalere». E ancora: «Oggi, ricordare e affrontare questi argomenti è essenziale, dare un significato alle ricorrenze è fondamentale e a chi organizza questo evento non sfugge l’importanza di stare insieme. Infatti, la manifestazione si svolge grazie alla spinta e alla preziosa partecipazione diretta dei parroci nella rappresentazione dei tre Re Magi e di volontari delle diverse frazioni di Cessaniti per dare un senso di unitarietà di tutta la comunità e, in particolare, proporre un modello partecipativo legato all’intero territorio con la speranza che si possa ripetere e affermare per il futuro. Ci sembra – concludono i volontari- una bella opportunità per iniziare insieme il nuovo anno e augurare prosperità a tutta la cittadinanza ed a quanti verranno a trovarci».

LEGGI ANCHE: Poesia, arte e tradizioni: a Pannaconi successo per l’evento “Nataliandu attorno a lu’ vrasceri”

A San Gregorio d’Ippona viaggio musicale alla scoperta delle tradizioni natalizie

Giornate di festa a Pannaconi per il ritorno della statua di San Francesco e la riapertura della chiesa

Articoli correlati

top