Donazione degli organi, il Comune di Dasà dà il via alla campagna di sensibilizzazione

Previsti due diversi appuntamenti: il primo rivolto agli studenti delle scuole, il secondo a tutta la popolazione. Per l’amministrazione si tratta di «un obiettivo dal profondo valore etico e sociale»

Previsti due diversi appuntamenti: il primo rivolto agli studenti delle scuole, il secondo a tutta la popolazione. Per l’amministrazione si tratta di «un obiettivo dal profondo valore etico e sociale»

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Dasà

Si svolgerà domani, venerdì 10 febbraio, a Dasà, il primo di due appuntamenti promossi dall’amministrazione comunale sulla tematica della donazione degli organi.

Destinatari dell’iniziativa gli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, coinvolti dal Comune di Dasà in partenariato con Aido, Aned e con il Centro regionale trapianti, da subito dimostratisi disponibili e sensibili rispetto alla proposta dell’amministrazione comunale.

«Quella di venerdì – si legge in una nota – sarà la prima di due tappe che, in seconda battuta, prevede un’assemblea calendarizzata nei primi giorni di marzo e rivolta a tutta la cittadinanza tutta, con gli stessi interlocutori».

In programma per domani «la visione di un filmato seguita da un confronto aperto alle domande e alle riflessioni degli alunni alla presenza del corpo docenti (cui l’amministrazione comunale rivolge un grazie per la sensibilità e per aver coinvolto tutte le classi nell’iniziativa) rendendo tutti partecipi di questo importante evento che Aido e Aned presenteranno nelle forme e nei limiti dell’età dei bambini».

Tali eventi, fanno sapere ancora dal Comune «si configurano nell’ampio messaggio che l’amministrazione a guida Raffaele Scaturchio prova a dare per sensibilizzare, incoraggiare e invitare a diventare donatori. Un contesto in cui il Comune si fa promotore principale dando spazio di confronto anche ai suoi cittadini».

Soddisfazione piena per «aver raggiunto un obiettivo di profondo valore etico e solidale» viene espressa dai consiglieri fautori di questa campagna, nelle persone di Claudio Gentile e Maria Domenica Gentile nonché dal sindaco Raffaele Scaturchio e dall’amministrazione tutta.