Infiorata di Potenzoni, nel Rione Chiesa le opere più apprezzate dalla giuria

Proclamazione dei vincitori e festa conclusiva per la manifestazione religiosa realizzata in occasione del Corpus domini nel piccolo centro del Vibonese

Proclamazione dei vincitori e festa conclusiva per la manifestazione religiosa realizzata in occasione del Corpus domini nel piccolo centro del Vibonese

Informazione pubblicitaria
Potenzoni, una composizione del Rione Chiesa

Si conclude con la vincita del Rione Chiesa la XXVesima edizione dell’Infiorata di Potenzoni. La manifestazione religiosa realizzata in occasione del Corpus domini ha rappresentato un momento di intensa spiritualità con la proposizione di suggestivi tappeti e quadri floreali a tema religioso. A giudicarli, un’apposita commissione presieduta da Caterina Bagnato e composta dal sindaco di Zambrone Corrado L’Andolina, dal consigliere regionale Michele Mirabello, dal direttore generale del gruppo LaC-Pubbliemme Maria Grazia Falduto, e dal presidente dello stesso gruppo Domenico Maduli.

La premiazione, tenuta nella piazza centrale del paese, è stata presieduta da Daniela Calzone, presidente dell’associazione “Potenzoni in fiore” e dal parroco padre Luigi Scordamaglia. I giurati hanno espresso le loro votazioni su altarino, disegni e visione complessiva. Oltre all’aspetto numerico, segnalati all’interno dei commenti apprezzamenti positivi per l’intera manifestazione che, anno dopo anno, tende a migliorare tramite l’impegno dell’operosa comunità e dei volontari dei paesi limitrofi.

Chiesa ha primeggiato con 147 punti seguita da Torre, con 134 punti. Terzo e quarto posto per Glicine e Agave, rispettivamente 131 punti e 128 punti. Dopo la consegna del gagliardetto, il taglio della torta e i festeggiamenti finali con i ringraziamenti agli infioratori, alla protezione civile, al servizio d’ordine, al direttivo della “Potenzoni in fiore”, alle tv e testate giornalistiche e alla comunità tutta per la sinergica quanto produttiva collaborazione.