Stragi di mafia, Sant’Onofrio ricorda i giudici Falcone e Borsellino a 25 anni dalla morte

L’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale per «Educare attraverso la memoria di ciò che è accaduto nel nostro Paese»

L’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale per «Educare attraverso la memoria di ciò che è accaduto nel nostro Paese»

Informazione pubblicitaria
Una celebre immagine di Falcone e Borsellino
Informazione pubblicitaria

Ricorrono quest’anno i 25 anni dai terribili attentati che costarono la vita ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che, come tanti altri uomini di giustizia, avevano colpito al cuore il potere mafioso.

Informazione pubblicitaria

Nell’occasione, l’amministrazione comunale di Sant’Onofrio, ha promosso una manifestazione dedicate alla memoria dei due giudici che si terrà venerdì 21 luglio alle ore 18.30 nel centro di aggregazione sociale “Falcone-Borsellino” di Sant’Onofrio.

A renderlo noto è il presidente del consiglio comunale santonofrese Giuseppe Ruffa il quale, nell’esporre le finalità dell’evento, parla dell’importanza di «educare continuamente, attraverso la memoria di ciò che è già accaduto nel nostro Paese. Se non vogliamo che simili fatti si ripetano – aggiunge -, è utile diffondere l’idea dell’importanza del sacrificio di Falcone e Borsellino e di chi come loro hanno donato le loro vite per le nostre vite».

Ancora, nel presentare l’iniziativa, Ruffa aggiunge: «Riteniamo che oltre all’impegno giornaliero nella lotta ad ogni tipo di mafia – utilizzando pratiche di legalità e trasparenza – siano ugualmente importanti le manifestazioni pubbliche e corali, che nella partecipazione dei cittadini e dei componenti delle istituzioni rivelino quell’unità di intenti che hanno come fine la cultura della legalità come scelta di vita».

LEGGI ANCHE:

La carovana dell’“Agenda ritrovata” di Borsellino fa tappa a Pizzo

Stefanaconi, inaugurato il “campetto della legalità” intitolato a Giovanni Falcone (VIDEO)

L’ex giudice Ayala a Vibo: «Falcone e Borsellino morti per aver fatto troppo bene il loro lavoro» (VIDEO)

La “memoria in marcia”, commozione a Vibo davanti all’auto della scorta di Falcone (FOTO)