Turismo e beni culturali, nasce la Fondazione Its Elaia Calabria

La nuova realtà formativa avrà due sedi didattiche a Vibo Valentia e a Santa Maria del Cedro. A guidarla sarà l’ex dirigente dell’Alberghiero Carlo Pugliese
La nuova realtà formativa avrà due sedi didattiche a Vibo Valentia e a Santa Maria del Cedro. A guidarla sarà l’ex dirigente dell’Alberghiero Carlo Pugliese
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Pugliese firma davanti al notaio

Si è costituita venerdì 10 luglio, con atto notarile, la nuova Fondazione Its Elaia Calabria per l’area “Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali” – ambito d’intervento “Turismo e attività culturali”, con sede legale a Vibo Valentia in località Aeroporto Zona industriale. Saranno attivate due sedi didattiche, una nella stessa sede legale e sede principale e un’altra a Santa Maria del Cedro (Cs), nei locali messi a disposizione dal Comune.

Sono soci fondatori: il consorzio Cogetur di Ricadi, l’Arca di Scalea, la Galileo Srl, il Consorzio Ecotur di Scalea, l’Iis “P. Galluppi” di Tropea, l’IpssarL. Einaudi” di Lamezia Terme, l’Ipseoa “E. Gagliardi” di Vibo Valentia, l’Ipseoa “San Francesco” di Paola, l’associazione DidasCalabria di Cosenza, l’Accademia nazionale per l’avviamento alle professioni di Vibo Valentia, l’Università della Calabria, il Comune di Tropea e Carlo Pugliese, ex dirigente scolastico dell’Alberghiero di Vibo e promotore della Fondazione Its Elaia Calabria. Nominati anche gli organismi di governance della Fondazione, con Carlo Pugliese a rappresentarla, in qualità di presidente.

Il comparto del turismo italiano gioca un ruolo centrale per l’economia del Paese (valore aggiunto: 6 per cento del Pil da impatto diretto; 13 per cento del Pil includendo impatto indiretto) ed ancor più per quello della Regione Calabria. «Tenendo conto di questi dati – ha sottolineato il neo presidente Carlo Pugliese – considerato che l’Italia, tra tutti i paesi dell’Ue, registra un deficit di percorsi di studio professionalizzanti a ciclo breve collegati con il mondo del lavoro, la nascita di una Fondazione Its Turismo in Calabria, non può che essere una grande opportunità di crescita per l’ecosistema territoriale, e questo grazie alla collaborazione attiva di professionisti, direttamente investiti dai modelli di trasformazione ed evoluzione dell’offerta culturale e turistica del territorio».

Informazione pubblicitaria

Gli Its sono percorsi di Specializzazione Tecnica Post Diploma, riferiti alle aree considerate prioritarie per lo sviluppo economico e la competitività del Paese, realizzati secondo il modello organizzativo della Fondazione di partecipazione in collaborazione con sistema scolastico e formativo, imprese, agenzie di orientamento, università ed enti locali. Un’opportunità di assoluto rilievo nel panorama formativo italiano in quanto espressione di una nuova strategia che unisce le politiche d’istruzione, formazione e lavoro con le politiche industriali del Paese.

Ad oggi sono previste 29 Figure nazionali di riferimento afferenti a 17 Ambiti cui corrispondono le così dette “macro-competenze tecniche” da possedere al termine dei percorsi, e cioè, cosa il diplomato I.T.S. “conosce” e cosa “sa fare concretamente”. Ogni I.T.S. definisce inoltre, per ciascuna Figura nazionale di riferimento, uno specifico profilo tecnico professionale sulla base delle esigenze del territorio in cui opera.

L’Its Elaia Calabria

La Fondazione di partecipazione (ovvero un’istituzione di diritto provato che rappresenta una sintesi tra l’elemento personale, tipico delle associazioni, e l’elemento patrimoniale caratteristico delle fondazioni) che nascerà, intende fare nascere una scuola di eccellenza ad alta specializzazione tecnologica riferita alla filiera turistica e culturale, che consentirà di formare:

a)  Il Tecnico Superiore impiegato per la gestione dell’impresa turistico-ricettiva.

b) Il Tecnico Superiore impiegato per gestire e promuove le relazioni e i rapporti con soggetti pubblici e privati e con associazioni di settore al fine di un’adeguata e condivisa definizione dell’offerta e dei prodotti turistici del territorio, delle sue peculiarità turistiche ed enogastronomiche, ivi comprese le nuove tipologie di servizi per i turismi.

Proprio in relazione a questa seconda figura di Tecnico Superiore, gli enti locali coinvolti nella Fondazione potranno dare il loro valido supporto per definirne il profilo professionale così da poterli successivamente coinvolgere nelle attività di promozione e marketing del territorio in Italia e all’estero.

I percorsi ITS hanno una durata di 4 semestri per complessive 1.800\2.000 ore di attività e sono progettati prevedendo ore di attività teorica, pratica e di laboratorio, tirocini formativi per oltre il 30% del monte ore complessivo,

Cosa farà l’ITS Elaia Calabria

L’ITS andrà: prioritariamente a realizzare percorsi biennali a numero chiuso di istruzione tecnica superiore nella filiera turistica e culturale; a promuovere la diffusione della cultura tecnica e scientifica ed in particolare dell’organizzazione, della gestione e dell’innovazione nel settore delle attività alberghiere, ricettive e turistiche; a sostenere le misure per lo sviluppo dell’economia e le politiche attive del lavoro dei servizi turistici, ricettivi e alberghieri, mediante l’erogazione di corsi di formazione post-diploma; ad assicurare, con continuità, l’offerta di tecnici superiori a livello post-secondario in relazione a figure che rispondano alla domanda proveniente dal mondo del lavoro pubblico e privato in relazione al settore di riferimento sopra indicato; a sostenere l’integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro, con particolare riferimento ai poli tecnico-professionali del settore di riferimento sopra indicato; a sostenere le misure per l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle imprese;a diffondere la cultura turistica, ricettiva e alberghiera e promuovere l’orientamento dei giovani e delle loro famiglie verso le professioni tecniche.