Mileto, prosegue la mostra “Percorsi espressivi” del maestro Mimmo Corrado

Ospitata nella nuova ala del Museo statale, rimarrà aperta al pubblico anche nella prossima settimana

Ospitata nella nuova ala del Museo statale, rimarrà aperta al pubblico anche nella prossima settimana

Informazione pubblicitaria
La mostra di Corrado a Mileto
Informazione pubblicitaria

Sta ottenendo un ottimo riscontro di pubblico e di critica “Percorsi espressivi”, l’ultimo progetto grafico-pittorico di Mimmo Corrado, ospitato dallo scorso 18 agosto nella nuova ala del Museo statale di Mileto, diretto dallo storico dell’arte Faustino Nigrelli.

Informazione pubblicitaria

Tant’è che è stato deciso di prorogare la mostra, inizialmente prevista sino a ieri, per tutto il corso della prossima settimana. Centinaia le persone, e tra queste tanti appassionati del settore, che in questi giorni hanno visitato e apprezzato all’interno delle sale espositive della struttura museale i lavori del valente artista miletese, da anni trapiantato a Pisa. In precedenza, “Percorsi espressivi” era stata ospitata con lo stesso successo in Toscana e a Lazzaro di Reggio Calabria, nella splendida cornice dell’Antiquarium “Leocopetra”.

La personale, attraverso le opere pittoriche esposte, ripercorre passo passo la carriera artistica di Mimmo Corrado, rendendo partecipi gli stessi visitatori dell’evolversi di una carriera ormai cinquantennale, contrassegnata dall’utilizzo delle varie tecniche. Il maestro ama, tuttavia, dipingere prevalentemente a spatola, specialmente quando con grande sensibilità e grazia si propone di esprimere tutto l’amore per i paesaggi, gli scorci e la gente della terra natia. All’interno di “Percorsi espressivi”, presenti anche grafiche realizzate a china e a matita, una tecnica a cui Corrado attinge quando, al contrario, vuole rendere partecipe l’interlocutore dei mali che affliggono la società, dei lutti e della violenza prodotti dai tanti conflitti bellici sparsi per il mondo.

Le pitture e le grafiche inserite nella mostra esaltano, tra l’altro, le caratteristiche estetiche-creative e la consapevole sintesi formale e compositiva della vasta produzione dell’artista. Opere di Mimmo Corrado sono presenti in chiese, musei, pinacoteche e collezioni pubbliche e private sparse per l’Italia. Ad oggi, ha esposto in città come: Firenze, Milano, Torino, Roma, Ferrara, Napoli, Caserta, Palermo, Cagliari, Catanzaro, Sao Paolo (Brasile), Kapi Olani (Hawaii), Hangzhou (Cina), Porto (Portogallo), Zamosc, (Polonia), Varsavia (Polonia), Isola di Madeira (Portogallo), Barcellona (Spagna), Coimbra (Portogallo), Zamosc, (Polonia), Varsavia (Polonia), Barcellona (Spagna), Eibelstadt (Germania), Koping (Svezia), Budapest (Ungheria).

LEGGI ANCHE:

“Percorsi espressivi”, l’arte di Mimmo Corrado sbarca in Calabria