Sportello telematico al Comune di Vibo, al via la formazione del personale

Il sistema consentirà ai cittadini di presentare digitalmente e con piena valenza giuridica tutte le istanze di competenza dell’Ente, comprese quelle relative all’edilizia privata. La soddisfazione degli assessori Riga e Franzè

Il sistema consentirà ai cittadini di presentare digitalmente e con piena valenza giuridica tutte le istanze di competenza dell’Ente, comprese quelle relative all’edilizia privata. La soddisfazione degli assessori Riga e Franzè

Informazione pubblicitaria
La formazione al Comune di Vibo
Informazione pubblicitaria

Sono iniziati oggi i corsi di formazione rivolti a tutto il personale comunale di Vibo Valentia per l’apertura dello Sportello telematico polifunzionale, innovativo sistema informatico che il Comune vibonese è pronto ad attivare per consentire a tutti i cittadini di presentare digitalmente e con piena valenza giuridica tutte le istanze di competenza dell’Ente, tra le quali anche quelle relative all’edilizia privata (Sue). Il sistema avrà inoltre specifiche funzionalità per la consultazione delle banche dati relative al territorio comunale, il cosiddetto sistema informativo geografico. «Per presentare le proprie pratiche – fanno sapere da Palazzo Luigi Razza – i cittadini interagiranno così solamente con lo sportello telematico, evitando di rivolgersi ai singoli uffici comunali.  La pratica presentata online attraverso lo sportello telematico è completamente sostitutiva di quella in formato cartaceo: questo è possibile poiché il sistema rispetta quanto previsto dal Codice dell’amministrazione digitale (Decreto Legislativo 07/03/2005, n. 82)». 

Informazione pubblicitaria

Il progetto, aggiunge il Comune, «ha comportato un lavoro molto intenso per la realizzazione dell’infrastruttura software e per la costituzione di tutti i procedimenti comunali digitali conformi alle normative regionali e nazionali (oltre 400 procedimenti). Durante l’estate sono infatti stati tenuti incontri con tutti i settori interessarti per contestualizzare le guide dei procedimenti e i moduli telematici rispetto alla normativa e all’organizzazione del Comune. Al termine della formazione sono previste importanti attività di promozione del progetto verso la cittadinanza (evento pubblico, comunicazioni dirette, incontri con associazioni e rappresentanti delle realità locali, etc.)». Soddisfatta l’assessore all’innovazione tecnologica Silvia Riga: «Con questo progetto – spiega – il Comune di Vibo Valentia si appresta a diventare uno dei fiori all’occhiello della Regione Calabria per la semplificazione dei rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione, grazie anche all’utilizzo delle più moderne tecnologie digitali». «Una soddisfazione – le fa eco l’assessore all’urbanistica Katia Franzè – che deriva anche dall’impegno e dall’entusiasmo che i dirigenti dell’ente e i rispettivi collaboratori hanno dimostrato nel corso delle diverse fasi del progetto, operando in sinergia e con un grande lavoro di squadra».