Rifiuti: salari non corrisposti a Mileto, operai in Comune

La ditta di Lamezia Terme che ha in appalto il servizio non eroga gli stipendi da due mesi. I rappresentanti lavoratori a confronti con il commissario Sergio Raimondo

La ditta di Lamezia Terme che ha in appalto il servizio non eroga gli stipendi da due mesi. I rappresentanti lavoratori a confronti con il commissario Sergio Raimondo

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ennesima puntata della “telenovela” riguardante la mancata corresponsione degli stipendi, nei tempi dovuti, agli operai della ditta “Muraca” che operano giornalmente sul territorio comunale di Mileto. Nelle scorse ore, rappresentanti del personale dell’azienda con sede a Lamezia Terme hanno incontrato al riguardo il commissario prefettizio Sergio Raimondo e il sub commissario Giovanni Gigliotti a Palazzo dei normanni. Ad oggi sono due le mensilità arretrate non percepite, che potrebbero divenire addirittura tre qualora non si registrassero novità positive nei prossimi giorni. La ditta titolare del servizio di raccolta differenziata, dal canto suo, lamenta ritardi nei pagamenti da parte del Comune, un dato che da solo non basta a giustificare la mancata erogazione degli stipendi ai propri dipendenti. Resta il fatto che nel gioco del rimpallo delle responsabilità, come spesso accade, a pagarne le conseguenze sono ancora una volta i lavoratori. Dal confronto tra operai e gestione commissariale sarebbero comunque emersi alcuni segnali positivi. In particolare, su intervento del commissario Sergio Raimondo, la “Muraca” avrebbe garantito ai propri dipendenti il pagamento in settimana di una delle spettanze arretrate. Non abbastanza per gli operai che, al contrario, stanchi di “mendicare” ancora una volta il loro stipendio e alle prese, in alcuni casi, con gravi malattie in famiglia, si dicono pronti a ricorrere a soluzioni estreme e ad incrociare le braccia qualora non dovessero a breve ricevere entrambe le mensilità. Tra le possibilità emerse dal tavolo della discussione, anche quella che il Comune interrompa unilateralmente il rapporto con la ditta qualora continui a non erogare con regolarità gli stipendi ai propri dipendenti.       

Informazione pubblicitaria