Sebastiano Caffo incontra le associazioni di categoria e sindacali

Il neo presidente della Camera di Commercio di Vibo affronterà anche le recenti intimidazioni ai danni di alcuni imprenditori

Il neo presidente della Camera di Commercio di Vibo affronterà anche le recenti intimidazioni ai danni di alcuni imprenditori

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il presidente della Camera di Commercio di Vibo Valentia, Sebastiano Caffo, insediatosi nella carica lo scorso 11 gennaio, ha con ordine di priorità inserito tra i suoi primi impegni istituzionali incontri con le associazioni di categoria e sindacali che – previa verifica delle singole disponibilità – saranno calendarizzati a brevissimo termine, per un confronto aperto sulle questioni di interesse del sistema produttivo locale. Tra queste sarà affrontata anche la delicata situazione dei gravi atti intimidatori perpetrati, nei giorni scorsi, a danno di imprese e imprenditori locali, che aggravano il già pesante clima di preoccupazione e precarietà in cui versa il territorio anche per gli effetti di una decennale crisi economica ancora in atto, con perdita nel nostro territorio di posti di lavoro e chiusura di tante aziende, soprattutto nel comparto edilizio. Le riunioni sono finalizzate a pianificare, anche in ragione dell’esigenza di ogni singolo settore, azioni convergenti a tutela del sistema produttivo locale ed eventuali richieste di incontri ai più opportuni livelli istituzionali per un doveroso confronto e un maggiore sinergia. “Il nostro obiettivo primario – spiega il presidente Caffo – è quello di ascoltare e dare risposte chiare e concrete alle imprese e agli imprenditori, a cui siamo comunque sempre vicini e tanto più nei momenti di difficoltà. Le imprese sono la forza vitale dell’economia locale e proprio per questo saremo sempre accanto a loro per sostenerle, promuovendo e condividendo azioni per la crescita, la legalità, la sicurezza, perché non vi è dubbio che ogni forma di intimidazione e violenza – comunque sempre assurda, ingiustificabile e deprecabile – comprime libertà e diritti, quindi ogni possibilità di sviluppo economico e di benessere sociale. Lavoreremo, dunque, per rafforzare l’azione dell’Ente camerale proprio a tutela delle imprese e per la crescita del territorio, anche attraverso servizi efficienti, progetti mirati, attività informativa e formativa, sempre in stretta collaborazione con le associazioni di categoria, gli operatori economici, i soggetti attivi del territorio e, non da ultimo, con le forze dell’ordine a cui va il nostro ringraziamento per la meritoria opera quotidianamente svolta al fine di garantire l’ordine e la sicurezza pubblica, a servizio delle imprese, di ogni singolo individuo e dell’intera comunità”. Sul fronte di una più diffusa cultura della legalità, prevenzione dei fenomeni dell’usura e degli atti estorsivi, sostegno alle imprese vittime di atti criminosi, la Camera di Commercio è già attiva con lo Sportello Legalità, istituito con il Comune di Vibo Valentia e l’Associazione antiracket e antiusura ed operativo al Valentianum, con professionisti esperti e competenti per fornire, a titolo gratuito, soprattutto agli imprenditori in difficoltà, ascolto e adeguata assistenza legale e psicologica, consulenza aziendale, finanziaria, bancaria, anche finalizzata all’accesso ai fondi speciali previsti dalla normativa in materia. Lo Sportello Legalità è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00.   LEGGI ANCHE: Camera Commercio di Vibo: Nuccio Caffo nuovo presidente

Informazione pubblicitaria

Pecorino del Poro, la Camera di Commercio di Vibo controllerà la qualità del prodotto