Elezioni al Consorzio di bonifica, Porcelli: «Andavano rinviate per maltempo»

Il presidente provinciale di Coldiretti: «L’allerta meteo su tutta la Calabria doveva indurre chi di competenza a valutare i rischi per le migliaia di persone chiamate al voto»
Il presidente provinciale di Coldiretti: «L’allerta meteo su tutta la Calabria doveva indurre chi di competenza a valutare i rischi per le migliaia di persone chiamate al voto»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Andare a votare con questo clima, con l’allerta meteo rossa su tutta la Calabria, ci sembra francamente inconcepibile». A lanciare l’accusa è il presidente provinciale di Coldiretti Giuseppe Porcelli. Il riferimento è alle elezioni cui sono chiamati, nell’intera giornata di oggi, tutti gli associati del Consorzio di bonifica Tirreno Vibonese, per rinnovare gli organi che dovranno poi eleggere il nuovo presidente. I seggi – dislocati in tutto il territorio provinciale – sono aperti da questa mattina alle 7 e lo rimarranno fino alle 23. Ma secondo l’esponente dell’associazione dei coltivatori, l’allerta meteo doveva indurre «chi di competenza» a valutare l’ipotesi di rimandare il voto. «Ci mettiamo nei panni di chi oggi è chiamato alle urne, e parliamo di migliaia di persone, diversi anziani, che con le strade allagate e la pioggia incessante rischiano seriamente la propria incolumità. Qui non parliamo di elezioni politiche improrogabili, ma di una consultazione che, già da ieri, con l’allerta e l’unità di crisi convocata in Prefettura, poteva essere valutata diversamente». D’altronde, insiste Porcelli, «gli enti locali hanno bloccato manifestazioni sportive, si pensi alla partita di calcio Vibonese-Catanzaro, e attività scolastiche ove previste. Sarebbe stato quanto mai opportuno fare lo stesso con le elezioni al Consorzio di bonifica».

LEGGI ANCHE: Consorzio di bonifica, Porcelli insidia il mandato di Piccione – Video

Informazione pubblicitaria