Tarsu record e nessuna progettualità sul porto, Russo: «Così si soffoca il futuro della città»

Per il capogruppo Pd la Giunta Costa concentra altrove gli sforzi, tralasciando la frazione marina della città dove possono dirsi definitivamente naufragati anche i nuovi progetti che il Mise avrebbe finanziato entro il 3 febbraio

Per il capogruppo Pd la Giunta Costa concentra altrove gli sforzi, tralasciando la frazione marina della città dove possono dirsi definitivamente naufragati anche i nuovi progetti che il Mise avrebbe finanziato entro il 3 febbraio

Informazione pubblicitaria
Il porto di Vibo Marina

«Ormai appare chiaro a tutti che l’amministrazione Costa ha inteso abbandonare Vibo Marina e il suo porto al proprio destino. Il finanziamento del progetto infrastrutturale denominato “Porto di Vibo Marina riqualificazione infrastrutturale e funzionale del Molo Generale Malta e della Banchina Cortese I° lotto funzionale” è stato definitivamente rigettato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Nonostante l’opportunità offerta da una Circolare del Mise, di poter finanziare nuovi progetti a valere sulle risorse destinate inizialmente alla riqualificazione del porto di Vibo Marina, da presentare entro il termine prorogato del 3 febbraio 2017, l’amministrazione Costa sceglie di presentare tali nuovi progetti, non sul porto o comunque su Vibo Marina, bensì in altri quartieri di Vibo, dimostrando ancora una volta il totale disinteresse verso la più popolosa ed importante frazione della nostra città».

Vibo Marina, tassa da record sui pontili: imprenditori col cappio al collo (VIDEO)

Ad affermarlo in una nota è il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale a Vibo Valentia, Giovanni Russo, il quale ricorda come «con delibera di giunta n. 36 del 1 febbraio 2017 l’amministrazione comunale “ai fini di perseguire l’interesse pubblico, intende realizzare un mercatino rionale in località Moderata Durant, zona di espansione della città di Vibo Valentia, con l’obiettivo di incrementare i servizi e nel contempo integrare le periferie con il centro e le memorie storiche costruttive, attraverso la “Realizzazione del mercatino rionale in località Moderata Durant” dell’importo complessivo di Euro 3.100.000,00”. Inoltre – aggiunge il capogruppo Pd – con delibera di giunta n.35 del 1 febbraio sempre “al fine di perseguire l’interesse pubblico, intende riqualificare funzionalmente l’area adiacente al complesso Valentianum e all’area archeologica del quartiere S. Aloe, con l’obiettivo di creazione di un polo di attrazione destinato ad ospitare un piccolo e caratteristico mercatino delle tradizioni enogastronomiche ed artigianali locali, nonché realizzare un’area ludico-ricreativa ed eseguire la ristrutturazione edilizia di fabbricati esistenti, intende realizzare l’intervento di “Riqualificazione funzionale dell’area adiacente al complesso Valentianum e all’area archeologica di S.Aloe” dell’importo complessivo di Euro 2.120.000,00».

VIDEO | Tarsu record sui pontili di Vibo Marina, il dirigente: “Pronti al dialogo”

Partendo da tali evidenze, Russo «esprime grande preoccupazione per l’atteggiamento che questa amministrazione sta tenendo nei confronti di Vibo Marina e della sua popolazione. Proprio in questi ultimi giorni tra l’altro, alcuni operatori del porto si sono visti recapitare delle cartelle esorbitanti inerente la Tarsu. Cartelle che rischiano di mettere in ginocchio quelle che sono tra le più importanti attività diportistiche della nostra città. A tal riguardo ho chiesto in commissione che venga rivisto al più presto il regolamento attuale che appare molto generico ed iniquo e di valutare se comunque il regolamento attualmente vigente sia stato correttamente interpretato».

Per il capogruppo del PD al Comune si assiste «in generale ad un atteggiamento diretto, non alla valorizzazione delle più importanti attività del settore dell’accoglienza e dei servizi, né a salvaguardare le attività presenti nel Porto e del suo indotto occupazionale. Migliorare la qualità della vita a Vibo Marina – insiste – potrebbe significare dare il giusto impulso all’economia dell’intera città. Ma questo a quanto pare non è tra le priorità di Costa ed i suoi alleati. Ammesso che abbiano qualche priorità».

Tarsu record sui pontili turistici, Cavallaro al Comune: «Si riveda una misura iniqua»