Filadelfia: vietata la vendita del pane proveniente da altri paesi

La misura per limitare gli spostamenti in tempi di coronavirus. Oltre 50 le persone in quarantena domiciliare nel territorio comunale
La misura per limitare gli spostamenti in tempi di coronavirus. Oltre 50 le persone in quarantena domiciliare nel territorio comunale
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
La piazza principale di Filadelfia
La piazza principale di Filadelfia

Sospesa da oggi e sino al 14 aprile prossimo nell’intero territorio comunale di Filadelfia la vendita di pane, panini e altri prodotti legati ai panifici provenienti da altri paesi. E’ quanto dispone un’ordinanza del sindaco Maurizio De Nisi, che obbliga gli esercenti di generi alimentari a rifornirsi di pane prodotto solo in forni siti nel territorio comunale di Filadelfia. La misura è stata adottata nell’ambito delle misure di contenimento e di contrasto al coronavirus, motivata per ridurre ulteriormente gli spostamenti delle persone, attesa anche la presenza di numerosi panifici esistenti sul territorio comunale di Filadelfia, senza la necessità quindi di approvvigionamenti da altri paesi.

L’ordinanza raccomanda poi ai titolari e gestori degli esercizi commerciali, durante le ore di apertura, di garantire l’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i clienti. In particolare, l’ordinanza prevede che gli esercenti dovranno collocare, sia all’ingresso dei locali che in corrispondenza dei punti di consegna e prelievo dei carrelli per la spesa, dispositivi erogatori di sanificazione a disposizione dei clienti; in assenza dei suddetti dispositivi il personale dipendente dell’esercizio commerciale dovrà assicurare la sanificazione puntuale dei carrelli.

L’amministrazione comunale ha poi istituito uno sportello di supporto psicologico per le persone particolarmente bisognevoli di aiuto in tale momento di emergenza derivante dal coronavirus.

Una cinquantina, al momento, le persone poste in quarantena domiciliare nel territorio di Filadelfia, alcune delle quali provenienti dal Nord Italia, mentre un caso di coronavirus si registra nella vicina Francavilla Angitola.

Informazione pubblicitaria