Il Comune di Filandari al lavoro per l’erogazione dei buoni spesa

L’Ente beneficia di una somma di 18mila euro da destinare alle famiglie in stato di difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus
L’Ente beneficia di una somma di 18mila euro da destinare alle famiglie in stato di difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus
Informazione pubblicitaria
Il Comune di Filandari
Informazione pubblicitaria

Anche il Comune di Filandari si è attivato per definire la procedura di accesso ai buoni spesa destinati a sostenere le famiglie economicamente più colpite dall’emergenza coronavirus. L’Ente beneficia di un finanziamento di 18mila euro a valere sul fondo di 400 milioni destinato allo scopo dalla Protezione civile.

Per agevolare gli aventi diritto ed evitare spostamenti nonché possibili assembramenti per la presentazione della domanda, un dipendente comunale è stato incaricato del ritiro delle richieste che potranno comunque essere inoltrate anche via posta elettronica all’indirizzo pec del Comune entro e non oltre il 9 aprile, come si chiarisce nell’avviso pubblico.

Informazione pubblicitaria

Sul piano squisitamente politico, vi è da registrare la piena collaborazione delle forze d’opposizione, come rimarcato dal consigliere comunale della Lega Francesco Artusa. «In questi giorni c’è stato una forte collaborazione tra le opposizioni e la maggioranza – afferma -, abbiamo collaborato alla stesura del regolamento per l’accesso ai buoni alimentari,  abbiamo consegnato al sindaco Rita Fuduli un cospicuo numero di mascherine da distribuire alla popolazione, seguiamo tutti insieme la situazione in costante collegamento con il primo cittadino. In un momento d’emergenza – prosegue – si sospendono le divergenze politiche, si lavora di squadra per il bene della comunità. Raccomandiamo alle persone di stare a casa e di mettersi in contatto telefonicamente con il dipendente comunale incaricato che ringraziamo per l’impegno  e la disponibilità anche fuori dalle ore lavorative».