Agricoltura, Startup innovative e servizi di base: due bandi del Gal

Tutti i dettagli dei finanziamenti, alcuni a fondo perduto, per chi vuole intraprendere un’attività legata alle “Terre vibonesi”
Tutti i dettagli dei finanziamenti, alcuni a fondo perduto, per chi vuole intraprendere un’attività legata alle “Terre vibonesi”
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Scadono il prossimo 27 luglio i due nuovi bandi pubblicati dal Gal “Terre Vibonesi”: Intervento 6.2.1 per l’avviamento di Startup innovative in ambito non agricolo; Intervento 7.4.1 di sostegno agli investimenti per l’introduzione, il miglioramento o l’espansione di servizi di base a livello locale. Due misure che, in questa particolare ed incerta fase storica, per via dei non ancora ben definiti effetti economici della pandemia da Coronavirus, puntano a dare un sostegno aggiuntivo alla necessaria ripresa.

Informazione pubblicitaria

Quella sulle Startup innovative è la riproposizione di una misura molto apprezzata nel 2019, quando il Gal venne sommerso da tante domande di partecipazione, con la presentazione di numerosi progetti imprenditoriali interessanti. Essa si rivolge ad agricoltori, micro imprese e persone fisiche che abbiano voglia di mettersi in gioco con idee valide e vincenti, premiate, se valutate idonee, con un contributo per l’avvio di 25mila euro a fondo perduto, fino all’ammontare complessivo della somma messa a bando di 300mila euro.

Con una dotazione di 213mila euro, ai comuni, o associazioni di comuni (aree C e D dell’ambito territoriale di riferimento del Gal) è invece rivolto l’intervento di sostegno agli investimenti per l’introduzione, il miglioramento o l’espansione di servizi di base a livello locale, attraverso progetti di innovazione sociale in grado di garantire l’invecchiamento attivo, oppure di favore i cosiddetti giovani “Neet” (non impiegati né nello studio e neppure nel lavoro), da utilizzare nella valorizzazione delle risorse naturali e culturali del territorio. In tal caso, per la prima volta, il Gal rivolge la propria progettualità agli enti locali, donando loro un valido strumento di integrazione alle normali politiche sociali. Che, come già evidenziato, di questi tempi potrebbe essere un utile supporto a superare le ulteriori difficoltà.

Sia nel caso della misura sulle Startup che in quello del bando rivolto ai comuni gli interessati possono avere ulteriori informazioni e la necessaria documentazione collegandosi al sito web: http://www.galterrevibonesi.eu/bandi/. Il Gal mette a disposizione gli strumenti: a chi ritiene di avere idee valide e costruttive il compito di utilizzarle.