Stefanaconi, partito “Mediterraneo nel borgo”: tre giorni di gusto e cultura – Video

Ha aperto i battenti l’appuntamento dedicato al racconto dei tesori enogastronomici della regione a partire dal prodotto più rinomato del territorio: il pane. Show cooking, cene a tema, concerti e talk show per un evento che vuol varcare i confini regionali
Ha aperto i battenti l’appuntamento dedicato al racconto dei tesori enogastronomici della regione a partire dal prodotto più rinomato del territorio: il pane. Show cooking, cene a tema, concerti e talk show per un evento che vuol varcare i confini regionali
Informazione pubblicitaria

Ha aperto i battenti da pochi minuti l’evento “Mediterraneo nel Borgo”, l’appuntamento che dal pomeriggio di oggi, e per tre giorni, richiamerà a Stefanaconi big del mondo della gastronomia e della cultura. Un evento che parlerà di territorio partendo dalla terra, dalle eccellenze produttive dei piccoli centri: in questo caso, dal pane, la cui tradizione secolare è l’essenza stessa del piccolo centro vibonese. Ne è ben consapevole una delle protagoniste della kermesse enogastronomica, la chef Sara Papa. Spetta a lei,  celebre divulgatrice calabrese e protagonista dei show cooking quotidiani, ad entrare nel mood della manifestazione. «Il pane – dichiara – è la base della nostra alimentazione e quindi della salute. Per questo, dobbiamo tornare ad utilizzare i prodotti del territorio, e soprattutto il nostro grano, il grano calabrese. Abbiamo tantissimi mulini in regione che macinano a pietra, e tanti professionisti ovunque, ad iniziare da Stefanaconi. Qui in particolare – conclude – abbiamo la tradizione del “pane cu cuccu” (“pane di maggio”, con i fiori di sambuco, ndr). Una splendida tradizione che riproporremo in questi giorni, utilizzando delle farine locali, macinate a pietra, lavorando con le signore che mi stanno dando una mano. Daremo pane a tutti, faremo dei workshop, per far toccare con mano a quanti verranno a trovarci la tradizione più autentica…».

Informazione pubblicitaria

Anche il direttore artistico, Piero Muscari, ha sottolineato l’importanza dell’evento non solo nel contesto immediato, ma in una prospettiva più ampia. «A Stefanaconi sono in arrivo degustazioni, eventi live, approfondimenti, show cooking. Chef stellati da tutta la Calabria ci racconteranno la loro storia, verranno a dirci come sono diventati stellati, come sono cresciuti affidandosi agli ingredienti di questa terra straordinaria e generosa. Una formula vincente che parte da qui, da questo piccolo paese alla periferia di Vibo, e che per questo costituisce una scommessa ancora più grande, che vuole affrontare e vincere in tutta Italia».

Infine il sindaco, ideatore della formula e vero deus ex machina dell’evento, Salvatore Solano, presidente della Provincia di Vibo Valentia. «Stiamo lavorando a questo appuntamento da circa un anno, insistendo sul respiro regionale e nazionale che vogliamo attribuirgli. Mi auguro che in futuro questa formula mediterranea possa conquistare tutto il Paese». E ancora, sul suo prodotto, «il pane di Stefanaconi è rinomato, ha una fama indiscussa. Noi abbiamo lavorato per recuperare la qualità, la filiera agroalimentare, base della buona produzione. Siamo partiti con un progetto, “Panis noster”, che già all’indomani della chiusura dei battenti di Stefanaconi, intende muoversi su scala nazionale attivando sinergie, partnership, progetti di rete».