Chiuse tutte le scuole a Vibo, ordinanza del sindaco

Si riaprirà lunedì 18 gennaio salvo nuovi eventi. La decisione viene motivata in considerazione dei dati epidemiologici pervenuti dall’Asp. Divieto di stazionamento in alcune piazze e vie: ecco quali sono e gli orari
Si riaprirà lunedì 18 gennaio salvo nuovi eventi. La decisione viene motivata in considerazione dei dati epidemiologici pervenuti dall’Asp. Divieto di stazionamento in alcune piazze e vie: ecco quali sono e gli orari
Informazione pubblicitaria
Il sindaco Maria Limardo
Il sindaco di Vibo Maria Limardo

In considerazione dei dati epidemiologici pervenuti dall’Asp- Dipartimento di Prevenzione, dai  quali è stato possibile desumere l’attuale quadro sanitario ed epidemiologico, e dopo aver sentito una rappresentanza dei dirigenti scolastici”, il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo ha deciso con propria ordinanza la chiusura di tutte le attività didattiche in presenza. Tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, per il periodo dall’11 al 15 gennaio resteranno pertanto chiusi a Vibo Valentia. I dati sono preoccupanti – ha dichiarato il sindaco – ed avverto come mio dovere primario quello della tutela della salute dei ragazzi e delle famiglie. Sin dall’inizio della pandemia ho sempre messo al primo posto il diritto alla salute da parte dei cittadini e continuerò fermamente a muovermi in questa  direzione. Auspichiamo che i dati sanitari possano essere in futuro maggiormente rassicuranti, allo stato abbiamo il duplice dovere di verificare l’andamento dei contagi e contemporaneamente di prepararci ad una riapertura in sicurezza della scuola. Nella consapevolezza che l’attività didattica in presenza sia un valore da preservare e nell’ottica di garantire la maggiore sicurezza possibile il prossimo lunedì 18 gennaio allorquando le scuole –auspicabilmente – riapriranno i loro cancelli, da qui a qualche giorno saranno comunicate, anche tramite apposita conferenza stampa, modalità, tempi e soprattutto le importanti iniziative che il Comune sta organizzando per consentire ai nostri bambini di rientrare a scuola in piena sicurezza. [Continua dopo la pubblicità]

Con la stessa ordinanza, avendo preso atto delle numerose segnalazioni pervenute e di quanto ho potuto personalmente constatare, ho ritenuto opportuno ordinare il divieto di assembramento e, soprattutto, in alcune parti ben definite del territorio, il divieto di stazionamento. Inoltre ho avvertito la popolazione sulle pesanti sanzioni amministrative e penali che la legge prevede per chi viola la normativa anti-covid”.

A parte i divieti di assembramento e l’obbligo di indossare all’aperto la mascherina (già previsti dai Dpcm del Governo), il sindaco Maria Limardo ha disposto anche – dal 10 gennaio a tutto il 17 gennaio – il divieto di stazionamento per le persone dalle ore 16 alle ore 22 su corso Umberto I, via Fiorentino, via Roma, piazza Garibaldi, piazza Edmondo Buccarelli, piazza Luigi Razza, piazza Diaz e nei pressi di tutti i distributori automatici di bevande. Resta naturalmente zona rossa la frazione di Piscopio.

LEGGI ANCHE: Scuole primarie e secondarie di primo grado chiuse a Serra

I dirigenti scolastici del Vibonese chiedono garanzie sulla ripresa delle lezioni

Il Corsivo | Il sindaco di Vibo e la città che non c’è