Caos rifiuti a Vibo: i capigruppo di maggioranza contro “Vibo Unica”

Sottolineano l’incoerenza di chi sino a poco tempo fa aveva la gestione diretta delle politiche ambientali in città e difendono il sindaco Elio Costa

Sottolineano l’incoerenza di chi sino a poco tempo fa aveva la gestione diretta delle politiche ambientali in città e difendono il sindaco Elio Costa

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Non si fa attendere la risposta dei capigruppo di maggioranza in seno al Consiglio comunale di Vibo alle considerazioni di “Vibo Unica” e del suo capogruppo Claudia Gioia e dell’ex assessore all’ambiente Giuseppe Russo. La replica arriva, peraltro, dopo che la stessa “Vibo Unica” con sette consiglieri comunali ha chiesto la convocazione in via d’urgenza di un Consiglio comunale nel corso del quale il sindaco Elio Costa dovrà riferire sull’emergenza rifiuti che sta vivendo la città.  “Sentiamo forte il dovere verso i cittadini – spiegano i capigruppo di maggioranza – di esprimere alcune considerazioni per sottolineare un evidente quanto inutile tentativo di strumentalizzazione di una situazione che essi stessi hanno concorso a determinare con chiare responsabilità e maggiori di chiunque altro, avendo fino a pochi mesi fa la gestione diretta di questo importante settore. Ciò che oggi è sotto gli occhi dell’intera cittadinanza non esime infatti da responsabilità importanti anche chi oramai si trova quasi quotidianamente a denunciare l’operato di questa amministrazione definendola incapace. Un gruppo, quello di Vibo Unica, che ha scelto la via più facile da perseguire in una situazione così delicata, quella di uscire dalla maggioranza di cui era parte fino a qualche mese fa e di porsi all’opposizione, anche se non tutti i membri dello stesso gruppo sembrerebbero avere ancora le idee chiare considerato che chi accusa altri di attaccamento alla poltrona di fatto ne fa esso stesso una questione di collocazione politica o di ripensamento per l’aspirazione ad occuparla. Per questi stessi appare troppo lontano il ricordo di essere appartenuti ad una maggioranza della quale hanno rappresentato per quasi tre anni una fetta consistente e per questa stessa maggioranza hanno operato scelte nella gestione diretta proprio dell’assessorato all’ambiente su cui oggi tanto recriminano. E’ per senso di responsabilità verso la cittadinanza che sentiamo, dunque, il dovere di opporci a ogni tentativo di strumentalizzazione e delegittimazione soprattutto e proprio in un momento in cui, e di questo diamo assicurazione ai cittadini, il sindaco Costa e tutta questa maggioranza sono costantemente al lavoro per cercare di garantire la regolarità di un servizio indispensabile per la città, mentre non ci risulta che da parte del gruppo di Vibo Unica, che tanto pare preoccupato per la situazione denunciata, siano arrivate proposte concrete e sostenibili alla risoluzione di un problema a loro abbastanza noto, avendo avuto per lungo tempo, è utile ribadirlo – concludono i capigruppo di maggioranza – la gestione di questo settore senza trovare, evidentemente, soluzioni risolutive, operando anzi scelte di collocazione politica, si potrebbe a questo punto pensare, mirate a recuperare una “verginità politica” da spendere, eventualmente, in altre prossime occasioni elettorali”.          LEGGI ANCHE: Caos rifiuti: “Vibo Unica” chiede che il sindaco riferisca in Consiglio

Informazione pubblicitaria

Caos rifiuti a Vibo Valentia: si muove anche la Procura della Repubblica