Elezioni a Nicotera, le ragioni del passo indietro di “Fronte comune”

Il movimento si proponeva di allestire una compagine con a capo il giornalista Antonio Ricottilli ma reticenze e difficoltà hanno vanificato l’intento

Il movimento si proponeva di allestire una compagine con a capo il giornalista Antonio Ricottilli ma reticenze e difficoltà hanno vanificato l’intento

Informazione pubblicitaria
Una veduta di Nicotera
Una veduta di Nicotera
Informazione pubblicitaria

«Nonostante l’impegno profuso non siamo riusciti a fare la lista. Volevamo fare una lista di cittadini che avesse la forza, la capacità e la determinazione di affrontare e portare a soluzione le varie problematiche che affliggono la comunità nicoterese e creare, nel contempo, le condizioni per lo sviluppo e l’occupazione. Avevamo “trovato” il timoniere nella persona di Antonio Ricottilli ed un considerevole ed ammirevole numero di candidati a consiglieri ma non sufficiente a completare la lista». A riferirlo in una nota è il coordinatore di Fronte comune per Nicotera, Enzo Comerci, il quale interviene per chiarire i contorni della vicenda politica che si è infine risolta con la mancata presentazione di una lista per le Comunali del 21 ottobre prossimo. Per Comerci, a «rendere le cose più difficili ci mancava anche la stupida legge 215/2012 che obbliga la rappresentanza di entrambi i sessi e nessuno di essi può essere rappresentato in misura superiore ai 2/3 in lista. Bisogna anche dire che la gente è stufa, delusa, dopo tanti anni di sfascio e di scorribande, e in tanti prevale una sorta di egoismo che li porta a considerare la cosa pubblica come cosa d’altri e non anche cosa loro e al massimo, come se ti facessero un favore, ti senti dire “vi do il voto ma a candidarmi non se ne parla”». 

Informazione pubblicitaria

Ammette Comerci: «Certamente abbiamo fatto degli errori, forse anche per il tempo relativamente breve dalla data di pubblicazione del Decreto indicante la data delle elezioni ed il giorno di presentazione delle liste ma dobbiamo anche dire che qualcheduno non ha colto la grande opportunità di avere una figura di grande spessore, con Nicotera nel cuore, come il prof. Ricottilli il quale con slancio giovanile, capacità e competenza avrebbe potuto dare un notevole contributo nella direzione sperata coadiuvato e supporto dalla squadra che stava prendendo corpo. Non è stato possibile. Peccato! Anche altri, che si erano messi di buona lena, hanno dovuto buttare la spugna delusi e amareggiati. Solo una lista, una squadra, rimaneggiata e raffazzonata, ha tagliato il traguardo e le tocca di giocare una partita contro un avversario invisibile ma inesorabile e difficile da superare: il “quorum”. Se quanto messo in capo può essere utile a Nicotera ed ai Nicoteresi auguriamo un “in bocca al lupo” ma temiamo che ci resteranno solo le spese, che il Comune deve affrontare per approntare le elezioni, che non sono poche». 

LEGGI ANCHEComunali a Nicotera, ecco perché il movimento Cambi@Vento ha rinunciato

Elezioni amministrative a Nicotera, presentata una sola lista