Provincia di Vibo, il neo presidente Solano convoca il primo Consiglio

Avviata anche una fase di ascolto e confronto con i lavoratori dell’ente ed i responsabili dei settori nevralgici

Avviata anche una fase di ascolto e confronto con i lavoratori dell’ente ed i responsabili dei settori nevralgici

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si terrà domani, 15 novembre, alle ore 11, nella sala consiliare dell’ente, il primo Consiglio provinciale della nuova fase politica e amministrativa della Provincia di Vibo Valentia, guidata dal neo presidente Salvatore Solano. Tra gli adempimenti preposti dagli organi istituzionali dell’ente intermedio vibonese, coordinati dal segretario generale Mario Ientile, vi sono: l’esame inerente le condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità alla carica di presidente e di consigliere provinciale degli eletti alle recenti elezioni; la convalida, il giuramento e le comunicazioni del presidente. Assieme al presidente Solano, eserciteranno la loro funzione istituzionale in seno al Consiglio provinciale i neo eletti: Giuseppe Policaro, Giuseppe Muratore, Domenico Anello e Maria Rosaria La Grotta, esponenti della lista “Rinascita Vibonese”;  Antonio Zinnà, componente della lista “Forza Civica”, Antonio Carchedi, Maria Francesca Pascale e Gregorio Profiti, espressione politica del “Partito Democratico”; Maria Fiorillo e Carmine Mangiardi, membri della compagine “Civilmente Impegnati”. Stamane il neo presidente della Provincia di Vibo Valentia ha voluto incontrare nella sala consiliare i lavoratori dell’ente. Ad affiancarlo il segretario generale Mario Ientile e il neo consigliere provinciale Domenico Anello. Nel corso dell’iniziativa, Solano ha delineato quelli che saranno i suoi obiettivi. «Questa Provincia ha in sé la forza per rialzarsi. Sta a noi darle un impulso nuovo – ha messo in evidenza, ai dipendenti, il presidente Solano -. Ho avuto modo di constatare che siete persone capaci e disponibili. Io sarò al vostro fianco, uno di voi. Dobbiamo, quindi, nonostante le note difficoltà economiche e finanziarie, agire insieme in maniera propositiva e guardare al futuro con ottimismo». Nei giorni scorsi il presidente Solano, coadiuvato dal segretario Ientile, aveva incontrato anche i responsabili dei settori nevralgici dell’ente. «Ci dovrà essere, da parte nostra, un impegno assoluto, al fine di dare risposte al territorio, soprattutto in settori importanti quali la viabilità stradale, l’ambiente e l’edilizia scolastica, – ha asserito Solano, nel corso delle riunioni con i funzionari -. Molto dipenderà dai finanziamenti che il Governo nazionale ci metterà a disposizione, questo è risaputo da noi e dalla gente. Ma comunque, per quello che è di nostra competenza – ha sottolineato il neo presidente – dovremo, con spirito di abnegazione e assicurando la massima trasparenza amministrativa, dare il meglio di noi stessi. L’ente possiede molte professionalità ed è, pertanto, mia intenzione farle emergere e valorizzarle nell’esclusivo interesse collettivo – ha chiosato Solano – per potenziare, in termini di efficacia ed efficienza, i servizi da erogare ai cittadini del Vibonese». 

Informazione pubblicitaria