Carattere

Il candidato sindaco di “IdeaMileto” ha incontrato i propri sostenitori nella sede del movimento supportato dall’esperto di euro-progettazione Francesco Tassoni e dallo scrittore Domenico Mazzeo

Politica

Ha rappresentato l’occasione per esternare progetti e proposte di un programma condiviso, in vista delle prossime elezioni comunali del 26 maggio, l’incontro promosso dall’aspirante candidato a sindaco Giulio Caserta sul tema “La Mileto che vorrei”. Affiancato dall’esperto di progettazione europea Francesco Tassoni e dallo scrittore Domenico Mazzeo, l’aspirante primo cittadino ha incontrato i suoi sostenitori all’interno della sede operativa aperta in chiave elettorale dall’associazione politica “IdeaMileto” in piazza Pio XII. Nel corso dell’incontro, che ha visto la significativa e positiva presenza anche di esponenti di altri gruppi, si è parlato di prospettive future e delle grandi opportunità riservate dai fondi comunitari oggi a disposizione, ma anche della necessità, da parte dei Comuni, di saper cogliere queste occasioni, indispensabili in uno scenario di grave crisi economica come quella attuale. In questo contesto, l’ingegnere Tassoni ha messo in evidenza le enormi potenzialità di Mileto, in possesso di un patrimonio storico-artistico di enorme valore, di realtà culturali di rilevanza regionale come il Parco archeologico medievale e il Museo statale, di un turismo religioso in continua evoluzione grazie al fenomeno Natuzza Evolo. Lo scrittore Mazzeo ha, invece, posto l’attenzione sugli ultimi anni di politica miletese, caratterizzati in larga parte da gestioni commissariali straordinarie del Comune. Ma anche sulla figura credibile di Caserta, sulle sue capacità politico-amministrative e sullo stato in cui versa oggi il territorio, «spesso governato da proconsoli pagati profumatamente con risultati sotto gli occhi di tutti». Infine, il candidato a sindaco di “IdeaMileto”, si è invece soffermato sull’esigenza di «non accontentarsi dell’ordinario e di puntare in alto con progetti di più ampio respiro, che vadano oltre la semplice sistemazione delle buche delle strade. Il mio desiderio - ha spiegato Caserta - è di dare finalmente vita ad un cambio di rotta e di riuscire a dare concretezza a dei sogni, attingendo ai fondi che ci vengono messi a disposizione dall’Europa e che, ad oggi, non siamo riusciti a convogliare sul nostro territorio. Ad esempio, ho l’ambizione di riprendere i centri storici e i borghi antichi di Mileto e delle frazioni, ma anche di riportare l’originario lastricato sulla suggestiva via Duomo, in modo da esaltare quanto di bello e buono c’è sul territorio». Il funzionario giudiziario della Procura della Repubblica di Vibo Valentia sembra avere le idee chiare. Resta adesso da capire quanto tutto questo possa tradursi in fatti concreti, già nell’ottica della costituzione di una propria lista in vista delle prossime elezioni del 26 maggio.

LEGGI ANCHEComunali a Mileto, una poltrona per... cinque?

Comunali a Mileto, cercasi candidati trasparenti e competenti

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook