sabato,Maggio 18 2024

Regione, Lo Schiavo e Laghi (Polo civico) rivendicano cariche in Consiglio

Chiesta la corretta applicazione del regolamento dell’aula di Palazzo Campanella. Oggi si terrà la prima seduta consiliare dell’era Occhiuto

Regione, Lo Schiavo e Laghi (Polo civico) rivendicano cariche in Consiglio
Ferdinando Laghi e Antonio Lo Schiavo

«Secondo il regolamento del consiglio regionale, al Polo civico, guidato da Luigi de Magistris, spetta, poiché espressione autonoma della minoranza, la carica di vicepresidente dell’assemblea legislativa o quella di segretario questore. È un fatto di regole di tutela della democrazia nelle rappresentanze istituzionali». [Continua in basso]

È quanto affermano, in una nota, Ferdinando Laghi e Antonio Lo Schiavo, consiglieri regionali del Polo civico, che precisano: «Quindi ci rivolgiamo ai presidenti della giunta e del consiglio regionale quando eletto, come pure ai colleghi di maggioranza e minoranza, affinché il regolamento del consiglio regionale abbia corretto séguito attraverso l’attribuzione al Polo civico, nella seduta consiliare di lunedì prossimo (oggi per chi legge, ndr), di una delle riferite cariche istituzionali».

Per i due sarebbe dunque «un primo, tangibile segnale di clima democratico nella nuova legislatura, ovviamente senza che ciò comporti alcun condizionamento politico. Si tratterebbe, come già detto, di pura e democratica attuazione del dettato regolamentare. Alla maggioranza di centrodestra, guidata dal presidente Occhiuto, – sottolineano ancora i consiglieri – farà da contraltare una minoranza comprendente Pd e Movimento 5 Stelle e un’altra distinta e separata, come anche la campagna elettorale e i programmi politici stanno a dimostrare, cioè il Polo civico, che, con i suoi 130mila elettori, è rappresentativo di oltre il 16% dell’elettorato. Questo dato – concludono Laghi e Lo Schiavo – ci carica di grande responsabilità, intanto nella tutela dei diritti, della legalità e della democrazia».

Articoli correlati

top