Vibo, fumata grigia sulla Giunta: si chiuderà sabato

Terza riunione in archivio con la solita defezione ed una discussione che si è più incentrata sulla presidenza del consiglio. Ma intanto spunta qualche nome nuovo per l’esecutivo

Terza riunione in archivio con la solita defezione ed una discussione che si è più incentrata sulla presidenza del consiglio. Ma intanto spunta qualche nome nuovo per l’esecutivo

Informazione pubblicitaria
La sala giunta del Comune di Vibo
Informazione pubblicitaria

Sabato dovrebbe essere il grande giorno. Servirà una quarta riunione, infatti, per chiudere la partita sulla giunta comunale di Vibo Valentia. Anche perché quella di ieri sera non si è dipanata poi molto sui nomi degli assessori quanto sugli equilibri politici determinati soprattutto dall’assegnazione delle deleghe e dall’indicazione della presidenza del consiglio. Su quest’ultimo argomento il discorso è stato intavolato dalle due liste che hanno raggiunto il risultato migliore, Forza Italia e Città futura. Ma non è escluso che la prestigiosa postazione possa andare anche ad un’altra delle liste della coalizione, l’Udc, che in quel caso dovrebbe però rinunciare al posto in giunta. Se questa ipotesi dovesse andare in porto, il nome più accreditato è quello di Nico Console.

Informazione pubblicitaria

Quanto alla giunta, come detto, non si sono venuti fuori nomi durante l’incontro presieduto dal sindaco Maria Limardo, ma le liste avrebbero già individuato i loro papabili. Per Forza Italia, come anticipato ieri da queste pagine, le figure in ballo sono quelle di Maria Nardo, Domenico Primerano e Piero Muscari, ma anche Gilberto Floriani resta in pista. Ovviamente agli azzurri ne andranno massimo tre. In Città futura sicuro del posto sembra essere Giovanni Russo, mentre il secondo assessore – se saltasse la presidenza del consiglio – verrebbe “pescato” tra i non eletti: ed a farsi avanti ci sono sia Pasquale Contartese che Pasquale Barbuto, ma sembra più probabile un terzo nome al momento non svelato. Diversi sarebbero quelli che è pronta a consegnare la lista Forza Porto Santa Venere, tra i quali spetterebbe al sindaco scegliere. Mentre Rinasci Vibo, se le venisse assegnata la delega “giusta”, e qui sta la novità di oggi, potrebbe tirare fuori la carta Giacomo Consoli, candidato naturale a guidare l’Urbanistica, avendolo già fatto in passato sia al Comune che alla Provincia. Sempre nella lista di Tonino Daffinà non è ancora stato accantonato il nome di Mario Di Fede. Bocche cucite in Fratelli d’Italia, che è orientata ad indicare un assessore esterno e non è detto che non possa puntare su qualcuno che l’ha già fatto in passato con l’amministrazione D’Agostino. Intanto si registra ancora una volta la medesima defezione della riunione di martedì: a dare forfait Alfonso Grillo, ispiratore della lista Vibo da vivere che ha eletto in consiglio Lorenza Scrugli, la cui affermazione elettorale avrebbe creato qualche “scompenso” anche in ottica giunta, tra chi la vorrebbe dentro e chi ritiene necessaria una discontinuità con l’esecutivo Costa.

LEGGI ANCHEVibo, oggi riunione sulla Giunta mentre si attende ancora il Consiglio

Comune di Vibo, al via il “toto-nomi” per la futura Giunta – Video

Vibo verso la Giunta, seconda riunione e prima defezione

Vibo, conclusa la prima riunione sulla futura Giunta comunale