Comune di Vibo, al via l’“Operazione verità” sullo stato dei conti

Ad annunciarlo il sindaco Maria Limardo che ha reso noto di aver chiesto supporto all’Istituto per la finanza e l’economia locale che invierà i suoi tecnici in Municipio. Si prova a scongiurare il secondo dissesto

Ad annunciarlo il sindaco Maria Limardo che ha reso noto di aver chiesto supporto all’Istituto per la finanza e l’economia locale che invierà i suoi tecnici in Municipio. Si prova a scongiurare il secondo dissesto

Informazione pubblicitaria
La neo Giunta comunale di Vibo
Informazione pubblicitaria

È stata ribattezzata “Operazione verità” da parte del sindaco di Vibo Maria Limardo. E l’intento che la muove è quello di «fare chiarezza sui conti e dare impulso all’azione di risanamento finanziario del Comune». Un compito certamente arduo sul quale, tuttavia, il nuovo esecutivo sembra determinato ad andare fino in fondo. Non a caso, è lo stesso primo cittadino a spiegare di aver richiesto all’Istituto per la finanza e l’economia locale (Ifel) «un’attività di supporto in questa che – non esita a definire – fase di grave crisi finanziaria». Appello accolto da tale istituto che, spiega ancora il sindaco, «ha aderito alla richiesta di supportare la Città di Vibo nell’azione di risanamento che la nuova amministrazione ha intrapreso sin dal suo insediamento e pertanto nei prossimi giorni esperti di fiscalità locale, a titolo gratuito, saranno in Comune per un esame dei documenti contabili e per un supporto nella predisposizione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale». Intanto, si apprende ancora, l’assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo, in collaborazione con gli uffici comunali «è alle prese con il piano di riequilibrio finanziario pluriennale, in particolare si sta verificando l’esistenza dei presupposti di sostenibilità del piano finalizzato alla prevenzione di un altro dissesto che infliggerebbe un colpo mortale alle casse comunali».   

Informazione pubblicitaria