Forza Italia alza la voce in consiglio: Servelli e Tedesco alla corte di Mangialavori

Il gruppo consiliare di maggioranza Liberali per Vibo, denominazione civica di Forza Italia a Palazzo Razza, incassa l’adesione di due consiglieri già appartenenti ai gruppi Liberamente insieme e Vibo unica.

Il gruppo consiliare di maggioranza Liberali per Vibo, denominazione civica di Forza Italia a Palazzo Razza, incassa l’adesione di due consiglieri già appartenenti ai gruppi Liberamente insieme e Vibo unica.

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si tratta, rispettivamente, di Ivan Servelli, che lascia l’area della lista civica messa in piedi dal già presidente della Camera di commercio, Michele Lico, e dal grande sconfitto alle primarie del centrosinistra, Pietro Giamborino, e di Francescantonio Tedesco, eletto nella compagine allestita dall’attuale presidente del consiglio Stefano Luciano.

Informazione pubblicitaria

Una mossa, ufficializzata questa mattina in una conferenza stampa in Comune, che va a dare vita al gruppo numericamente più consistente all’interno della maggioranza a sostegno del sindaco Elio Costa e che ridefinisce, di conseguenza, i rapporti di forza nell’aula consiliare, irrobustendo la rappresentanza del consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Mangialavori, “padre nobile” dell’operazione.

I Liberali per Vibo potranno infatti contare da domani sull’appoggio diretto di sei consiglieri: oltre alle new-entry Servelli e Tedesco (i quali comunque già da qualche tempo si erano svincolati dai rispettivi blocchi di partenza), continueranno a garantire il loro apporto al gruppo anche Lorenzo Lombardo (capogruppo), Filippo Lo Schiavo, Giusy Colloca e Claudia Sarlo.